violenza-sulle-donne,-a-ionadi-il-comune-organizza-un-corso-di-autodifesa-gratuito

Violenza sulle donne, a Ionadi il Comune organizza un corso di autodifesa gratuito

L’iniziativa in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita dall’Onu

Giuseppe Currà

Violenza sulle donne, a Ionadi il Comune organizza un corso di autodifesa gratuito

L’amministrazione comunale di Ionadi si schiera ancora una volta dalla parte delle donne. E, in questo contesto, promuove sul proprio territorio l’ennesima iniziativa a loro dedicata. In collaborazione con le associazioni “Snatch Box Strenght and Conditioning” e “Le Foglie di Dafne”, con il fondamentale contributo del maestro Vitaliano Trapasso, il Comune guidato dal sindaco Fabio Signoretta organizza un corso di autodifesa gratuito rivolto proprio alle donne di ogni fascia di età residenti a Ionadi e nelle frazioni di Nao e Vena. L’evento si svolgerà venerdì 25 novembre nella sede dell’associazione “Snatch Box Strenght and Conditioning”, dalle ore 15 alle 17, in occasione dell’annuale Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita nel dicembre del 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Nell’occasione, dal sindaco Signoretta arriva l’invito alla cittadinanza a partecipare attivamente all’iniziativa curata dall’assessore alle Politiche di genere Valentina Fusca. «Durante lo svolgimento del corso gratuito di autodifesa – comunica al riguardo il primo cittadino – un apposito spazio sarà tra l’altro dedicato all’illustrazione del programma di attività che l’Amministrazione comunale di Ionadi intendere mettere in campo a lungo termine sullo stesso delicato tema delle violenze perpetrate sulle donne».

LEGGI ANCHE: Littorina: la storia dell’insegnante in ritardo la mattina di quel 17 novembre 1951

“Chi vuole sposare mio papà?”: protagonisti del reality padre e figlio di Vibo

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *