twitter:-musk-ha-comprato-il-social-network-|-sicurezza.net

Twitter: Musk ha comprato il social network | sicurezza.net

È stato definitivamente finalizzato l’acquisto del social network Twitter, Musk ha chiuso l’accordo da 44 miliardi di dollari.

Vediamo insieme i dettagli.

Twitter, Musk ha già licenziato diversi dirigenti

Nonostante i continui tentennamenti durati diversi mesi, il miliardario americano Elon Musk ha finalmente ultimato l’acquisizione del social network Twitter. Infatti, lo scorso giovedì sera il proprietario di Tesla e SpaceX ha definitivamente chiuso l’accordo da 44 miliardi di dollari.

Una delle prime cose che ha fatto Musk è stata quella di licenziare diversi dirigenti dell’azienda, tra cui:

  • Parag Agrawal, CEO;
  • Ned Segal, direttore finanziario;
  • Sean Edgett, consigliere generale;
  • Vijaya Gadde, avvocata capo del team legale di Twitter e della divisone “trust and safety”.

La divisione trust and safety si occupa di prendere decisioni rispetto a:

  • moderazione dei contenuti;
  • disinformazione;
  • hate speech;
  • molestie sulla piattaforma.

Chief Twit è la nuova biografia di Musk sull’applicazione di Twitter.

Nel suo primo tweet dopo l’acquisizione Musk ha scritto “The bird is freed” (L’uccello è stato liberato), in riferimento al simbolo del social network.

Le sorti di Twitter

Ieri Musk si era presentato di persona nella sede di Twitter con un lavandino di ceramica in mano. Il motivo del suo gesto si rifà apparentemente ad un gioco di parole con l’espressione in inglese let that sink in, traducibile con “pensateci un attimo” o “digerite questa notizia”, ma che letteralmente significa anche “fate entrare quel lavandino”.

Non è ancora chiaro quali saranno le sorti di Twitter, in quanto negli ultimi mesi le affermazioni del miliardario americano sono state molteplice e delle volte anche in contraddizione tra loro.

Basti pensare che ad inizio ottobre Musk voleva trasformare l’applicazione in una super-app, all’interno della quale gli utenti possano fare molte altre cose oltre a scrivere tweet.

Attualmente, Twitter:

  • impiega oltre 7.500 persone;
  • conta più di 200 milioni di utenti attivi giornalieri.

L’anno scorso il social network ha registrato un fatturato di 5,08 miliardi di dollari.

Bisogna sottolineare però che negli ultimi anni ha avuto difficoltà a crescere e trovare nuove fonti di reddito. Proprio per questo motivo Musk ha annunciato di voler fare cambiamenti radicali, a partire dal licenziamento di un numero non ancora precisato di dipendenti.

Twitter, Musk assolutista della libertà d’espressione

Uno dei temi che più ha fatto discutere è l’approccio alla moderazione dei contenuti di Twitter sotto Musk. In quanto egli si considera un assolutista della libertà d’espressione e lo scorso maggio ha dichiarato di voler riportare l’ex presidente americano Donald Trump sulla piattaforma. L’ex presedente era stato rimosso da quest’ultima a seguito di alcuni tweet che legittimavano l’attacco al Congresso del 6 gennaio 2021.

Negli ultimi anni Twitter ha investito molto sull’ideazione di nuove funzionalità per rendere la piattaforma più accogliente per i suoi utenti e per limitare la disinformazione al proprio interno; proprio per questo motivo si teme che l’arrivo di Musk possa invertire questa tendenza.

A fine aprile, nel tweet che annunciava ufficialmente l’intenzione di acquistare l’azienda, Musk scriveva che:

Twitter è la piazza cittadina digitale, dove si dibattono domande vitali per il futuro dell’umanità.

Il concetto di piazza cittadina digitale è riapparso anche in una lettera agli investitori pubblicata giovedì pomeriggio, in cui l’imprenditore ha dichiarato che:

Ovviamente Twitter non può diventare un inferno libero dove si può dire qualsiasi cosa senza conseguenze! (…) Oltre ad aderire alle leggi nazionali, la nostra piattaforma deve essere accogliente per tutti e permettere di scegliere l’esperienza che si desidera in base alle proprie preferenze, nello stesso modo in cui si può scegliere di vedere film o giocare a videogiochi dedicati a fasce d’età diverse.

I primi problemi dopo l’acquisizione

L’acquisizione del social network da parte di Musk è già stata celebrata da diversi conservatori, secondo cui Twitter avrebbe represso ingiustamente i loro punti di vista. Inoltre, nelle prime ore dopo l’annuncio sulla piattaforma hanno cominciato ad apparire alcuni tweet razzisti che festeggiavano il fatto di poter tornare ad insultare e molestare liberamente le minoranze sul social network.

Kate Conger e Lauren Hirsch sul New York Times hanno scritto che:

L’approccio di Musk alla libertà d’espressione su Twitter potrebbe esacerbare i suoi problemi con i contenuti tossici e la disinformazione, che influiscono sui dibattiti politici in tutto il mondo e sono noti da tempo. I primi test arriveranno tra pochi giorni, quando il Brasile eleggerà il suo presidente e gli elettori americani andranno alle urne l’8 novembre per le elezioni di metà mandato. Twitter ha affermato che avrebbe vietato affermazioni fuorvianti riguardanti il voto e l’esito delle elezioni, ma questo era prima che Musk ne prendesse il controllo.

Se vuoi rimanere aggiornato sull’ultima novità presentata da Elon Musk, ti consigliamo di leggere questo articolo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *