terapia-dei-vermi,-e-boom-negli-ospedali.

Terapia dei vermi, è boom negli ospedali.

È la terapia dei vermi l’ultima cura per superare la resistenza agli antibiotici. Il National Health Service (NHS), il sistema sanitario pubblico britannico, sta utilizzando sempre di più il trattamento insolito.

Il numero di trattamenti somministrati “è aumentato di quasi il 50%” in dieci anni, secondo The Telegraph.

Terapia dei vermi, quando si è diffusa

Nella storia moderna questa tecnica si è diffusa durante la prima guerra mondiale , “quando un chirurgo notò che le ferite dei soldati guarivano più velocemente quando venivano ‘colonizzate’ dai vermi“, spiega il quotidiano britannico.

Il rimedio fu poi gradualmente abbandonato a partire dagli anni ’40, con la comparsa degli antibiotici.

L’autorizzazione

“Tuttavia, con lo sviluppo della resistenza agli antibiotici, sta diventando più difficile curare le ferite, e quindi i medici sono costretti a tornare a questo approccio antiquato“, afferma il Telegraph.

Nel 2004, il SSN ha quindi autorizzato l’uso della terapia dei vermi e da allora BioMonde, un’azienda britannica, alleva “migliaia di mosche verdi ogni anno, per la vendita al SSN e in tutta Europa”.

Come funziona

La tecnica consiste nel posizionare una “bustina di tè” imbottita di larve sulla ferita del paziente per un massimo di quattro giorni.

“Così succhiano tutto questo porridge attraverso il sacchetto, e poi rimuoviamo il sacchetto pieno di umori dalla ferita”, spiega Yamni Nigam, professore di scienze della salute presso l’Università di Swansea, nel Galles.

Ma nonostante le piccole dimensioni dei vermi – meno di 1 millimetro – questa terapia scoraggia ancora molti operatori sanitari.

“Ovviamente, penso che tutti abbiano un’avversione naturale per le piccole creature che gattonano e, quando si tratta di vermi, tendono a ispirare disgusto istintivo nella maggior parte delle persone”, conclude Yamni Nigam.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *