strage-di-uvalde,-marito-dell’insegnante-uccisa-muore-di-infarto

Strage di Uvalde, marito dell’insegnante uccisa muore di infarto

Il cuore di Joe Garcia si è fermato

Si è fermato per sempre il cuore di Joe Garcia, il marito di Irma, l’eroica insegnante morta per proteggere i suoi studenti dalla follia omicida di Salvador Ramos, che ha sparato alla Robb Elementary School di Uvalde, in Texas.

La notizia è stata confermata dalla famiglia: la cugina Debra Garcia Austin, su GoFundMe, ha scritto che l’uomo è deceduto “a causa di un’emergenza medica”, un attacco cardiaco, quindi neanche due giorni dopo la tragica fine della moglie. La coppia è stata sposata per 24 anni e ha lasciato quattro figli.

Irma Garcia insegnava in quella scuola da 23 anni: “Adoro fare il barbecue con mio marito, ascoltare musica e fare gite in crociera a Concan”, aveva scritto la docente sul sito web dell’istituto. Sua collega era Eva Mireles, anche lei uccisa nell’attacco.

“I poliziotti potevano fare di più”

La CNN ha mostrato oggi un video di pochi secondi che mostra Salvador Ramos che entra nella scuola elementare per compiere la strage. Le immagini sono sfocate ma si riesce a vedere il killer, vestito di nero e con il fucile semiautomatico in mano, che entra nella scuola da una porta posteriore. Stando a quanto riportato, Ramos è riuscito a entrare facilmente perché la porta era aperta.

Si è appreso, inoltre, gli agenti avrebbero esitato ad entrare nella scuola, come raccontato da alcuni testimoni ai media americani, secondo cui i poliziotti “potevano fare di più, non erano preparti”.

Stando a quanto riferito dal direttore del dipartimento di Pubblica Sicurezza, Steve McCraw, l’assalitore sarebbe rimasto all’interno della scuola tra 40 minuti ed un’ora. Inoltre, Ramos, al suo arrivo alla scuola, ha avuto un “contatto” con gli agenti e ha aperto il fuoco, ferendone due. Poi è entrato nell’edificio e si è barricato in una classe, cominciando a sparare e a uccidere.

Il killer è stato fermato solo quando è arrivata un’unità tattica del Border Patrol (perché Uvalde è vicino al confine con il Messico) ed è intervenuta. Anche in queto caso, però, ci sarebbero stati problemi perché gli agenti non riuscivano ad aprire la porta e hanno dovuto cercare la chiave. McCraw ha spiegato che sono trascorsi tra i 40 minuti ed un’ora da quando Ramos ha sparato contro gli agenti di sicurezza a quando l’unità tattica è intervenuta e l’ha ucciso.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.