sette-milioni-di-euro-per-la-rete-fognaria-di-sciacca

Sette milioni di euro per la rete fognaria di Sciacca

Completare la rete fognaria a servizio del comune di Sciacca, consentendo a diverse zone dell’abitato di essere collegate all’impianto di depurazione, opportunamente ampliato: con questo obiettivo, il Commissario Straordinario Maurizio Giugni ha indetto per la città in provincia di Agrigento una nuova gara in ambito fognario-depurativo. L’agglomerato saccense è oggi in procedura d’infrazione comunitaria proprio per l’assenza di un adeguato sistema di trattamento delle acque reflue urbane. Con un importo a base d’asta di circa 7 milioni di euro (7,2 con gli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso) e un tempo di realizzazione fissato in 720 giorni, il Commissario affiderà, dunque, all’operatore economico che risulterà vincitore la realizzazione di oltre diciotto chilometri di condotte in polietilene alta densità per aree urbane e costiere residenziali di Sciacca (Cappuccini, Ferraro, Ospedale, Terme, San Marco e Foggia): si tratta di zone oggi caratterizzate dalla presenza di una rete fognaria dinamica non collettata all’impianto di depurazione o dalla totale assenza di rete. Tutti i reflui verranno convogliati al depuratore di Sciacca, su cui è in corso un altro intervento del Commissario Straordinario, che prevede la realizzazione di un secondo modulo con tecnologia di ultrafiltrazione a membrana, tale da consentire di raggiungere la copertura dei previsti 47.500 abitanti equivalenti. La gara su quest’ultima procedura si è conclusa nelle scorse settimane con l’individuazione dell’operatore economico vincitore, cui seguirà la stipula del contratto e l’avvio dei lavori. Saranno realizzati 18 chilometri di nuova rete fognaria. E’ un altro passo in avanti – spiega il Commissario Maurizio Giugni –  nella strategia della Struttura per assicurare una depurazione efficiente a Sciacca, luogo di grande richiamo culturale e turistico, che ha bisogno di superare una storica difficoltà nel trattamento delle acque”. “Ad oggi – aggiunge il Subcommissario Costanza – il 25% del carico non è infatti raccolto né trattato: si comprende quindi l’importanza di un intervento così articolato, per rafforzare la qualità ambientale e insieme superare la multa europea”. “La consegna dei lavori per il completamento delle rete fognaria di Sciacca in programma oggi è un altro momento storico dopo quello dell’adeguamento e potenziamento del depuratore comunale cominciato tre mesi fa”. E’ il commento di Michele Catanzaro, deputato regionale PD, nel giorno in cui di fatto cominceranno i lavori di un’altra opera pubblica attesa da 20 anni. “Sciacca si avvia ad essere in linea con le esigenze ambientali nazionali ed europee – dice l’onorevole Catanzaro – con ulteriore attrattiva sul piano turistico culturale e con le prospettive di sviluppo che tutti da anni attendiamo”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.