roberto-maroni,-ex-segretario-della-lega,-morto-a-67-anni

Roberto Maroni, ex segretario della Lega, morto a 67 anni

Meno di un minuto (tempo di lettura)

Roberto Maroni, ex segretario della Lega, è morto a 67 anni. L’anno scorso, nel 2021, aveva scoperto di avere una grave malattia, motivo per cui si era ritirao dalla scena politica.

Nato a Varese nel 1955 e laureatosi in giurisprudenza, Roberto Maroni era avvocato, era sposato ed aveva due figli. Per anni ha militato tra le file della Lega, dalla sua fondazione, ed era considerato il braccio destro di Bossi.

Salvini scrive un messaggio di cordoglio sui social per ricordare l’ex ministro Interno:

“Grande segretario, super ministro, ottimo governatore, leghista sempre e per sempre. Buon vento Roberto”

Roberto Maroni entrò in politica nel 1979, grazie al suo incontro con Umberto Bossi. Egli stesso dichiarò che quell’incontro gli aveva cambiato la vita. Difatti, Maroni è tra le figure principali della Lega, soprattutto quando venne rappresentata per la prima in Parlamento nel 1992.

In seguito ne diventò ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio nel 1994, ministro del Lavoro nel 2001, e nuovamente ministro dell’Interno nel 2008. Tra il 2013 e il 2018 è stato presidente della Regione Lombardia.

Nella sua lunga carriera politica, Roberto Maroni aveva intenzione di candidarsi come sindaco di Varese, ma ha dovuto rinuciare a causa della malattia.

La sua famiglia scrive così sullapagina Facebook dell’ex segretario della Lega:

Questa notte alle ore 4 il nostro caro Bobo ci ha lasciati. A chi gli chiedeva come stava, anche negli ultimi istanti, ha sempre risposto: ‘Bene’. Eri così Bobo, un inguaribile ottimista. Sei stato un grande marito, padre e amico”

Fonte: Ansa

Simmaco Munno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.

Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.

Valuta l’articolo!

Totale: 0 Media: 0

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *