reggina,-frosinone-e-brescia-al-comando,-ascoli-e-genoa-inseguono,-palermo-scivola-giu-–-blogsicilia-–-ultime-notizie-dalla-sicilia

Reggina, Frosinone e Brescia al comando, Ascoli e Genoa inseguono, Palermo scivola giù – BlogSicilia – Ultime notizie dalla Sicilia

Reggina, Frosinone Brescia vincono e vanno in testa al campionato di serie B che oggi ha chiuso il programma della quarta giornata di andata col successo in rimonta del Sudtirol sul Pisa.

L’Ascoli ed il Genoa, protagoniste nel turno precedente, non sfruttano il fattore campo ed ora inseguono, in coda il Sudtirol si sblocca e vince in rimonta sul Pisa che rimane ultimo col Perugia. Il Palermo, invece, è tredicesimo sempre a quota 4 in compagnia di Venezia e Verona.

Il Palermo, quindi, dopo la rivoluzione di Corini ha perso la seconda partita consecutiva in campionato subendo un netto 3-0 dalla Reggina di Pippo Inzaghi che si gode la vetta. Abbiamo parlato abbondantemente della sfida con gli amaranto, ecco una carrellata del resto del programma.

Brescia e Frosinone protagoniste assieme alla Reggina

Brescia-Perugia 2-1

In vetta ci sono anche Brescia e Frosinone. Le Rondinelle hanno battuto 2-1 il Perugia che rimane fanalino di coda. Galazzi apre subito le marcature dopo 5 minuti. Lo stesso attaccante è bravo al 14′ a servire Ayè che segna il 2-1.

Di Carmine accorcia le distanze ma segna grazie ad una irregolarità. Al 34′ l’ex rosanero Gregorio Luperini accorcia le distanze. Gli umbri provano a pareggiare senza fortuna. Ad inizio ripresa Ayè colpisce la traversa di testa. Poi al 76′ Moreo si fa parare un calcio di rigore da Gori.

I ciociari dal canto loro si sbarazzano del Como col punteggio di 2-0. Al 22′ del primo tempo Kone sblocca la partita con un tiro potente da fuori area. Al 72′ Mulattieri finalizza al meglio una bella azione del Frosinone. La squadra di Fabio Grosso vola a quota 9, il Como, non pervenuto, resta fermo con 2 punti.

Genoa ed Ascoli pareggiano in casa

Il Genoa, prossimo avversario del Palermo, non va oltre il 3-3 col Parma

Non sfruttano il fattore campo Genoa, prossimi avversari del Palermo, ed Ascoli. Le due ex capolista del turno precedente pareggiano rispettivamente con Parma e Cittadella.

Al Ferraris è spettacolo tra i Grifoni ed i ducali: finisce 3-3 con le due squadre che rimangono imbattute. Per i liguri è il secondo pareggio, per gli ospiti, adesso con 6 punti, è il terzo pari.

Frendrup porta in vantaggio il Genoa al 16′, cinque minuti dopo Inglese su assisti di Mihaila trova il pari. Al 37′ c’è il ribaltone: Mihaila sfrutta un passaggio dell’ex Palermo Franco Vasquez. La gioia giallorossa dura poco: al 42′ Hefti riacciuffa il pareggio. Nella ripresa, Coda si sblocca su calcio di rigore e porta in vantaggio i padroni di casa. Nel finale Estevez su passaggio di Mihaila, protagonista con un gol e due assist, centra il 3-3. Nel recupero espulso Guomundsson che salterà la sfida col Palermo.

L’Ascoli, dopo aver vestito i panni dei corsari al Barbera, si inceppa al Del Duca e non va oltre lo 0-0 con il Cittadella al termine di 90′ equilibrati e giocati sotto la pioggia. Gol annullato al 28’ali ospiti. Poi le due formazioni cercano la rete senza trovarla anche per la bravura dei due portieri.

Il Benevento espugna Venezia, il Cosenza pareggia a Terni

Successo importante esterno per il Benevento che espugna il Penzo superando 2-0 il Venezia con le reti nella ripresa di Lagumina al 52′, al 77′ raddoppia Koutsoupias. Padroni di casa non convincono e rimangono fermi in classifica con 4 punti, gli stessi del Palermo e della Ternana. I sanniti si affacciano nelle zone alte della graduatoria con 7 punti.

Il Cosenza non va oltre l’1-1 al Libero Liberati al cospetto di una Ternana che aveva voglia di riscatto. Stesso discorso per i calabresi che nel turno precedente avevano perso a Parma. Favilli sblocca la partita per la Ternana dopo 17 minuti. Al 50′ espulso Sorensen e 2 minuti dopo Brignola trova il pari per il Cosenza in superiorità.

Finisce in parità Bari e Spal

Al San Nicola la sfida tra Bari e Spal si chiude 2-2. I padroni di casa si confermano ancora una volta matricola terribile. Dopo 4′ Cheddira porta in vantaggio i Galletti ribadendo in rete un tiro di Antenucci che aveva preso il palo. Lo stesso Antenucci da lontano puniva il portiere ospite nel recupero del primo tempo.

La partita, però, non è chiusa. Al 64′ La Mantia è bravissimo a sfruttare un pallone vagante ed a segnare in rovesciata ad inizio ripresa. Rabbi al 69′ sfrutta un uno-due con un compagno di squadra e dal limite scocca un tiro che non lascia scampo all’estremo difensore di casa.

Le due formazioni non si risparmiano e sfiorano il gol vittoria ma nessuna riesce a realizzarlo e la partita si chiude con un giusto pareggio. Secondo pari per gli estensi che adesso stazionano in 12ma posizione con 5 punti.

Il Sudtirol si blocca in rimonta, Pisa nei guai

Nel posticipo odierno, il Sudtirol batte il Pisa in rimonta per 2-1 e si sblocca. Dopo tre ko, infatti, la matricola alleanta da Bisoli al suo esordio in panchina, si ritrova e centra una vittoria fondamentale per la classifica e per il morale. Il Pisa di Maran subisce una rimonta cocente dopo essere passato in vantaggio con Ionita di testa su cross di Nagy al 23′. Al 35′ i padroni di casa trovano il pareggio con Rover su calcio di rigore. Al 62′ ancora Rover e sempre dagli 11 metri, concretizza il ribaltone. Nerazzurri pisani ultimi con un punto.

Il Cagliari batte il Modena e si rimette in moto

Nell’anticipo del venerdì sera, il Cagliari supera il Modena in casa per 1-0 e si rimette in moto dopo lo stop con la Spal. Decide Rog al 28′ con un colpo di testa a porta vuota al termine di un’azione molto bella con assistenza di Nandez bravo a crossare nel cuore dell’area.

I Canarini provano a pareggiare ma sono imprecisi mentre in contropiede i sardi non trovano il colpo del ko con Lapadula in un paio di volte e con Pavoletti a pochi centimetri dal 2-0.

I sardi inseguono a quota 7, il Modena non riesce a dare seguito al 4-1 rifilato alla Ternana alla terza giornata e rimane ferma a tre punti.

I risultati della quarta giornata, Palermo ko a Reggio Calabria

Di Mariano, Palermo

Ecco il quadro dei risultati del quarto turno del campionato cadetto: 26 reti fatte, un solo 0-0, un colpo esterno (il Benevento ha vinto a Venezia), tre pareggi.

  • Cagliari-Modena 1-0
  • Ascoli-Cittadella 0-0
  • Bari-Spal 2-2
  • Brescia-Perugia 2-1
  • Frosinone-Como 2-0
  • Reggina-Palermo 3-0
  • Ternana-Cosenza 1-1
  • Venezia-Benevento 0-2
  • Genoa-Parma 3-3
  • Sudtirol-Pisa 2-1.

La classifica, Palermo nelle retrovie

Questa la classifica della serie B dopo 4 giornate. Reggina, Frosinone e Brescia 9 punti; Ascoli e Genoa 8; Benevento, Cagliari e Cosenza 7; Bari e Parma 6; Cittadella e Spal 5; Palermo, Venezia e Ternana 4; Modena e Sudtirol 3, Como 2, Pisa e Perugia 1.

Classifica marcatori, Gondo a secco rimane primo

Non segna Gondo ma rimane primo a quota 4 reti. Antenucci e Cheddira del Bari a segno tutti e due con la Spal salgono a 3. Favilli e La Mantia anche loro in gol, sono a quota 3.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *