qatar-2022,-l'inghilterra-ne-fa-6-all'iran,-olanda-cinica-sul-senegal,-usa-e-galles-fanno-1-1-–-blogsicilia-–-ultime-notizie-dalla-sicilia

Qatar 2022, l'Inghilterra ne fa 6 all'Iran, Olanda cinica sul Senegal, Usa e Galles fanno 1-1 – BlogSicilia – Ultime notizie dalla Sicilia

Calcio, diritti umani, tante reti, infortuni ed un dato importante, visto gli enormi recuperi assegnati nei match odierni, la Fifa sembra orientata verso il tempo effettivo. Si può sintetizzare ed archiviare così la seconda giornata dei mondiali di calcio di Qatar 2022 che si è appena conclusa.

Tre le partite giocate quest’oggi: due del girone A dove l’Inghilterra ha travolto 6-2 l’Iran e Usa e Galles si spartiscono la posta in palio con un salomonico 1-1. Mentre nel gruppo B che si è giocata Senegal-Olanda finita 0-2 per gli Orange.

Inghilterra dilaga, l’Iran è troppo timido ed è travolto 6-2

Infortunio del portiere, recuperi chilometrici, gol a grappoli e dominio Inghilterra. Il 6-2 della nazionale dei Tre Leoni sul malcapitato Iran. Questa la sintesi della partita che inaugura il gruppo B dei Mondiali del Qatar 2022 può entrare nella storia per i 29 minuti di recupero totali (quasi due tempi supplementari), ma fa parlare di sé già per il prepartita.

Gli iraniani non cantano l’inno, gli inglesi si ingnocchiano

Qatar 2022, Inghliterra-Iran, nazionale inglese si inginocchia prima del match

Al momento degli inni, i giocatori dell’Iran non cantano il loro. Pare per solidarietà con le proteste che attualmente stanno avvenendo in patria. Nel frattempo, dagli spalti si sono uditi fischi e alcuni hanno sventolato striscioni a sostegno dei manifestanti iraniani contro il regime di Teheran.

Di contro, i giocatori della nazionale inglese si sono inginocchiati in campo subito prima della partita. Il taking the knee è stato lanciato negli Stati Uniti d’America dal movimento Black Lives Matter dopo la morte di George Floyd, soffocato da un agente di polizia a Minneapolis, ed è diventato un gesto di condanna delle discriminazioni razziali a livello internazionale.

Si fa male il portiere Beyaranvand

La partita inizia subito con l’assalto inglese ma al 9′ il portiere dell’Iran Alreza Beyaranvand è a terra dopo uno scontro fortuito con Majid Hosseini. Ci vogliono ben 9 minuti per le cure e la sostituzione dell’estremo difensore iraniano che stoicamente aveva provato a rimanere in campo nonostante il dolorosissimo impatto.

La sostituzione si concretizza al 20′. Al suo posto entra Hossein Hosseini.

L’Inghilterra continua a macinare gioco e dopo una traversa di Maguire al 32′ passa in vantaggio al 35′ con Bellingham su colpo di testa su cross di Shaw.

Nel finale di tempo gli inglesi raddoppiano con Saka su azione di angolo al 43′ ed al primo dei 14 minuti di recupero Sterling mette il 3-0 con una zampata su passaggio di Harry Kane.

Nella ripresa il copione non cambia. Saka sfrutta un passaggio di Sterling per il 4-0 al 62′ e firma la sua doppietta.

L’Iran si sveglia nel finale

L’Iran si sveglia: Taremi accorcia alla prima azione ed è bravo a finalizzare un lancio di Gholizadeh.

Non finisce qui: Rushford e Grealish portano l’Inghilterra sul 6-1 ed al 13′ minuto di recupero Terami firma la sua doppietta su calcio di rigore fischiato dall’arbitro dopo consulto al Var per una trattenuta in area.

Qatar 2022, il Senegal spreca, l’Olanda no ed è 0-2

Olanda-Senegal 2-0, Qatar 2022

Nella partita che chiude il girone A, quello che ha avviato il Mondiale con la vittoria dell’Ecuador sui padroni di casa del Qatar, l’Olanda ha battuto il Senegal per 2-0.

Giocano meglio gli uomini allenati da Cissè che vanno più volte vicini al vantaggio. E lo meriterebbero pure. Tuttavia, gol sbagliato, gol subito è una legge non scritta che è quasi sacra nel calcio pagando dazio al primo errore. E subendo il 2-0 nel recupero dopo essersi sbilanciato.

Il Senegal è partito forte prendendo le redini del gioco e senza timori reverenciali. Nel primo tempo un paio di occasioni buone vengono sprecate. Nella ripresa è ancora Senegal ma l’Olanda è meno remissiva.

E nel finale arriva il gol beffardo degli Oranje con Gapko che beffa di nuca il portiere Mendy colpevole di una uscita sbagliata.

Poi, al 99′ Depay impegna severamente Mendy che respinge male, Klassen ringrazia ed appoggia in rete del 2-0.

Un tempo per uno tra Usa e Galles

Finisce 1-1 la sfida tra Usa e Galles. Nel primo tempo sono gli statunitensi a convincere di più. Poche le occasioni ma il pallino del gioco è degli americani che spingono. Segna il figlio d’arte:  Timothy Weah (figlio di George Weah) che al 36′ porta avanti gli Usa.

La rete che segna al Galles lo ricorda un po’ perché il giovane Timothy Weah è abile nel taglio e ad avventarsi in velocità su un filtrante di Pulisic. L’attaccante anticipa il portiere avversario di esterno destro e segna l’1-0.

Il Galles sembra in bambola ma nel primo tempo non subisce più.

Nella ripresa i britannici sembrano più convinti e la manovra comincia a prendere forma. Se nella prima frazione il Galles è sembrato troppo passivo, nella ripresa ha avuto il merito di cambiare marcia.

Diverse le occasioni e sono gli Stati Uniti ad avere problemi. Turner al 64′ fa gli straordinari su colpo di testa ravvicinato di Davies.

Poi un minuto dopo Moore su angolo successivo anticipa Turner ma il suo colpo di testa è alto di poco. Gli Usa ci provano in contropiede ma nulla.

All’80’ rigore per il Galles. Zimmerman mette giù ingenuamente in area di rigore Bale che è bravo a proteggere il pallone ed a farsi fare il fallo punito con la massima punizione. Due minuti dopo è freddo dagli 11 metri: Turner intuisce ma la botta è troppo forte ed angolata. Nei 10 minuti di recupero succedo poco.

Qatar 2022, la situazione dei gironi A e B

Si è chiusa la prima giornata dei gironi A e B. Nel gruppo A, Ecuador e Olanda comandano con 3 punti; Qatar e Senegal 0. Nel gruppo B, Inghilterra 3, Usa e Galles 1, Iran 0.

Le partite di domani di Qatar 2022, debuttano Argentina e Francia

Domani, 22 novembre scendono in campo e debuttano i gironi C e D.

Nel gruppo C alle 11 si gioca Argentina-Arabia Saudita. Alle 17 Messico e Polonia si incontrano.

Il gruppo D vede in programma le sfide tra Danimarca e Tunisia alle 14 e quella tra i campioni del mondo in carica della Francia con l’Australia alle 20.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *