polonia:-due-missili-russi-cadono-a-przewodow,-sul-confine-ucraino

Polonia: due missili russi cadono a Przewodow, sul confine ucraino

1 minuto (tempo di lettura)

Polonia, due missili russi a causa di un errore di calcolo sono caduti Przewodow, sul confine ucraino, provocando due morti. Secondo le fonti, sembra che i missili abbiano colpito una fattoria e che le due persone che hanno perso la vita erano agricoltori. L’intera zona è stata isolata, mentre i vigili stanno cercando di capire ancora le cause dell’incidente.

I paesi baltici, così come anche l’Italia, hanno subito mostrato solidarietà alla Polonia, ed anche i russi affermano che dei missili siano giunti nel territorio polacco. Territorio anche della NATO,  e difatti è la prima volta che accade una situazione del genere.

Il giornale tedesco Bild cita l’articolo 5, ovvero l’obbligo di soccorso verso gli alleati, ma dovrà essere attivato da Varsavia. Difatti, la NATO ha più volte espresso il non volere partecipare alla guerra con le proprie truppe. Quindi la questione rimane ancora aperta.

In seguito vi alleghiamo le parole del ministo della Difesa lettone e del ministro degli Esteri estone:

“Le mie condoglianze ai nostri fratelli d’armi polacchi. Il regime criminale russo ha lanciato missili che hanno colpito non solo i civili ucraini, ma sono anche caduti sul territorio della Nato in Polonia. La Lettonia sostiene pienamente gli amici polacchi e condanna questo crimine”.

“Le ultime notizie dalla Polonia suscitano grande preoccupazione. Siamo in stretto contatto con la Polonia e altri alleati. L’Estonia è pronta a difendere ogni centimetro di territorio della Nato. Siamo in piena solidarieta con il nostro stretto alleato, la Polonia”.

Il presidente del Consiglio polacco Mateusz Morawiecki ha convocato una riunione urgente del Comitato per la sicurezza nazionale e la difesa con il presidente Andrzej Duda.

L’attacco al territorio della Nato è “un’escalation molto significativa” ed “è necessario agire”. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, riporta Nexta. Zelensky ha detto anche che i raid russi di oggi sull’Ucraina sono “uno schiaffo in faccia” al G20.

Simmaco Munno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.

Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.

Valuta l’articolo!

Totale: 0 Media: 0

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *