parco-urbano-di-vibo,-il-vecchio-gestore-va-via-e-il-degrado-torna-ad-assediare-l’aera:-comune-in-difficolta-video

Parco urbano di Vibo, il vecchio gestore va via e il degrado torna ad assediare l’aera: Comune in difficoltà -Video

Contratto rescisso con anticipo. Palazzo Razza cerca una soluzione anche se era a conoscenza già da 5 mesi dell’intenzione dell’ imprenditore di andare via

Cristina Iannuzzi

Parco urbano di Vibo, il vecchio gestore va via e il degrado torna ad assediare l’aera: Comune in difficoltà -Video
Uno scorcio del Parco Urbano di Vibo Valentia

Dopo 6 anni resta senza gestione il parco urbano di Vibo Valentia, che ritorna al Comune. Nel 2016 era stato affidato a un giovane imprenditore vibonese in cambio di un canone annuo di 1.500 euro, ma garantendo la custodia, la gestione e la pulizia dell’area a proprie spese, per tutta la durata del servizio. Inoltre, il capitolato prevedeva nello specifico il taglio dell’erba e lo smaltimento degli sfalci secondo la normativa vigente, l’irrigazione, la pulizia e la tenuta in perfetto ordine del Parco Urbano e dell’area di sua pertinenza, oltre all’obbligo di tenere il manufatto e i relativi impianti e arredi in buono stato di manutenzione, provvedendo alla continua manutenzione ordinaria e straordinaria. [Continua in basso]

Dal 2016, tra alti e bassi, la cosa ha comunque funzionato e il parco di Moderata Durant è stato mantenuto in condizioni di decoro. Almeno fino ad oggi. Il contratto della durata di 9 anni, rinnovabili, è stato però rescisso in anticipo dall’imprenditore che lo aveva sottoscritto. A dicembre scorso la lettera di disdetta inviata dal gestore agli uffici di Palazzo Luigi Razza, con la quale si annunciava la decisione di lasciare la gestione del più grande polmone verde del capoluogo di provincia a far data dal 15 maggio. Il bar con annesso ristorante sono chiusi. E i cestini colmi di spazzatura. L’area è già invasa da insetti e sterpaglie. Criticità segnalate nei giorni scorsi da alcuni cittadini che hanno sottoscritto e inviato una lettera denuncia al prefetto Roberta Lulli, al sindaco Maria Limardo e all’assessore all’ambiente Vincenzo Bruni.

Cittadini forse ignari della decisione del gestore di fare i bagagli. Da qualche giorno, infatti, l’area verde è ritornata al Comune che dovrà provvedere alla pulizia. Gli uffici di Palazzo Luigi Razza sono al lavoro per trovare nel breve tempo una soluzione al problema. Nel frattempo, alla luce delle critiche per le condizioni di degrado e di abbandono in cui versa l’aera verde, lo stesso gestore ha fatto sapere che provvederà alla pulizia dell’area. Le operazioni dovrebbero iniziare nelle prossime ore, al più tardi lunedì.

«Dal 15 maggio – conferma l’assessore all’ambiente Vincenzo Bruni –  il parco urbano di Vibo Valentia è senza gestore. Purtroppo nel bando con la ditta che si occupa per conto del comune del verde pubblico non è prevista la pulizia del parco urbano. Io stesso- aggiunge –  ho segnalato nei mesi scorsi il problema agli uffici preposti. L’alternativa – dice – sarebbe quella di affidare l’area a un nuovo gestore e nel frattempo provvedere in via straordinaria alla pulizia».

Peccato che il Comune, nonostante un preavviso di 5 mesi, non abbia provveduto a pubblicare un nuovo bando per l’affidamento del parco che senza gestione rischia di sprofondare nel degrado

Articoli correlati

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.