Oxford censice i sintomi di AstraZeneca e si arriva al surreale

oxford-censice-i-sintomi-di-astrazeneca-e-si-arriva-al-surreale

Morsi di ragno, eiaculazione precoce ed altri sintomi fantastici attribuiti in maniera surreale all’inoculazione del vaccino AstraZeneca

Morsi di ragno ed eiaculazione precoce: colpa di Astra Zeneca
L’università di Oxford ha consegnato delle schede per censire gli effetti avversi di AstraZeneca: non mancano le stranezze

Morsi di ragno ed eiaculazione precoce, tutta colpa di Astra Zeneca. O meglio, dell’università di Oxford che censice i sintomi del vaccino. E in quelle schede consegnate ai vaccinati del Regno Unito non mancano le sorprese, né la fantasia del tutto fuori contesto.

Il preambolo è serio: dopo le autorizzazioni da parte di autorità come EMA e FDA, i vaccini contro il covid sono di fatto considerati sicuri e certificati. La procedura è complessa: si va dal “via libera” preliminare dopo rigorose valutazioni della sperimentazione clinica alle fasi successive. E in un contesto del genere segnalare ogni minima reazione all’inoculazione del vaccino diventa importantissimo. Lo è ancor di più alla luce dei recenti stop and go che alcuni stati hanno imposto al vaccino AstraZeneca.

A tal proposito anche l’Agenzia Italiana del Farmaco ha predisposto delle schede apposite.

Morsi di ragno ed altre amenità

Nella più parte dei casi i sintomi derivanti dalla somministrazione del vaccino sono abbastanza noti e lievi. Si va dai dolori muscolari al mal di testa. Poi dal dolore localizzato ad un malessere generale, sintomi questi che spariscono nell’arco di 24-48 ore. La letteratura clinica ci consegna anche una minima parte di reazioni avverse significative.

Si parla soprattutto di anafilassi. Poi c’era stato il recente stop per l’ipotetico nesso fra vaccino AstraZeneca e una rara forma di trombosi cerebrale. E il fatto stesso che le autorità abbiano preso tempo per verificare e certificare l’insussistenza di questa correlazione dà la cifra della delicatezza del contesto.

Lo studio e le schede ai vaccinati

Ecco perché l’Università di Oxford ha appena pubblicato un elenco degli effetti collaterali. Va ricordato infatti che l’ateneo ha sviluppato il vaccino assieme alla società di biotecnologie italiana Advent Irbm di Pomezia di Roma. Quel vaccino poi è stato prodotto dall’azienda biofarmaceutica anglo-svedese AstraZeneca. Un elenco dunque di effetti e reazioni avverse sperimentate dai cittadini britannici vaccinati. Sono stati tutti invitati a compilare le schede per le segnalazioni e tra i numerosi sintomi riportati ve ne sono molti che non hanno senso.

Risposte fra serio e faceto

Qualche esempio? Fratture in parti del corpo e fallimento della dieta. Poi l’essere morsi o punti da artropodi (come ragni e insetti). Avere l’herpes genitale, l’eiaculazione precoce, l’alito cattivo e la flatulenza. Appare quasi certo che molte schede siano state compilate in maniera volutamente burlona, ma c’è anche il sospetto statistico che molti abbiano davvero attribuito ad AstraZeneca colpe che di solito si danno ad un buon piatto di fagioli.