nursing-up-sul-ccnl-comparto-sanita-2019-2021:-arriva-l’attesa-approvazione-della-corte-dei-conti,-ora-manca-solo-firma.

Nursing Up sul CCNL Comparto Sanità 2019-2021: arriva l’attesa approvazione della Corte dei Conti, ora manca solo firma.

De Palma (Nursing Up): «CCNL Comparto Sanità 2019-2021, arriva l’attesa approvazione della Corte di Conti. Ora attendiamo solo la convocazione delle Organizzazioni Sindacali per la firma definitiva».

«Apprendiamo, in queste ore, che la Corte dei Conti, finalmente, ha approvato l’ipotesi del CCNL Comparto Sanità 2019-2021.

Era l’ultimo passaggio, e ora attendiamo solo la convocazione delle Organizzazioni Sindacali per quella che è la firma definitiva.

Lo avevamo ribadito

in quel fatidico 15 giugno che qualcosa stava davvero per cambiare, nel momento della firma dell’ipotesi di contratto, dice Antonio De Palma, Presidente Nazionale del Nursing Up, dopo mesi di estenuanti trattative con l’Aran.

Come dimenticare i duri confronti

come dimenticare, ancora, quando la nostra Delegazione arrivò ad imbavagliarsi durante le contrattazioni, per dimostrare tutto il suo disappunto per delle bozze “in progress” che in quel momento erano ancora tremendamente lontane dalle nostre aspettative.

Lo ribadimmo anche

in quel 29 giugno, alla presenza proprio del Presidente dell’Aran, Antonio Naddeo, durante la Conferenza Plenaria di Roma: finalmente si creano le condizioni, in particolare con gli incarichi, per un contratto che viaggia verso analoghi istituti di quello della dirigenza medica e dove, nel caso degli incarichi di base, che abbiamo proposto e per i quali abbiamo tanto lottato, tutti i professionisti sanitari assunti possono vedere valorizzata la propria indiscutibile competenza.

Impossibile

non arrivare a citare le cifre di questo contratto, laddove vittorie simbolo delle battaglie del Nursing Up, come l’indennità di specificità infermieristica, rappresentano, non solo, la concretezza e la solidità degli sforzi profusi, ma soprattutto lasciano il segno perché, se da una parte sono il frutto delle lotte di piazze che rimarranno impresse nella nostra storia recente, dall’altra ci pongono di fronte alla bontà del nostro lavoro nelle delicate ed estenuanti trattative contrattuali.

Nel contempo

continua De Palma, abbiamo sempre ribadito di non sentirci assolutamente appagati e di non volerci fermare: nuove sfide, nuove battaglie, ci attendono, nel lungo e tortuoso percorso della valorizzazione degli infermieri e dei colleghi delle altre professioni sanitarie.

Ancora lunga e carica di insidie

è la strada da percorrere per arrivare agli ambiti traguardi che ci siamo prefissati. Lo abbiamo promesso e lotteremo per questo».

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *