mondiali,-0-0-tra-marocco-e-croazia.-batshuayi-lancia-il-belgio

Mondiali, 0-0 tra Marocco e Croazia. Batshuayi lancia il Belgio

2 minuti (tempo di lettura)

È tempo di debutto anche per le squadre inserite nel gruppo F dei Mondiali di Qatar 2022. Alle 11, la Croazia – vice campione del mondo in carica – affronta il talentuoso Marocco. La seconda sfida del raggruppamento, invece, vede opporsi Belgio e Canada, che scenderanno in campo alle 20 allo stadio Ahmad Bin Ali.

Marocco-Croazia 0-0

Inizio di gara spumeggiante con le due squadre che giocano a viso aperto. Al 16′ dopo un errore della difesa marocchina, Ivan Perisic con un tiro dalla lunga distanza preoccupa Bounou con la conclusione che finisce poco sopra la traversa. Proprio l’ex Inter ad essere uno degli interpreti più incisivi e pericolosi mentre per la nazionale africana sono Hakimi e Ziyech ad essere nel vivo del gioco. Nei minuti finali della prima frazione di gioco l’attaccante croato Vlasic crea qualche grattacapo al portiere avversario che si oppone con una bella parata. Un primo tempo dove regna un sostanziale equilibrio con pochissime occasioni di goal concludendosi con il parziale di 0-0

La seconda frazione di gioco inizia con l’ingresso di Pasalic che sostituisce Vlasic che ha avuto qualche problema fisico alla fine del primo tempo. Al 64′ Hakimi, su punizione, cerca di creare qualche grattacapo a Livakovic che, però, si fa trovare pronto. Il primo cartellino giallo del match arriva al 78′ nei confronti di Amrabat. Questo simboleggia che, dal punto di vista disciplinare, è stata una partita molto corretta. A parte qualche sporadica azione su palla inattiva la Croazia non riesce a creare grandi preoccupazioni ad un Marocco ordinato che, nei minuti finali, alza l’asticella. La partita si conclude a reti inviolate, risultato sostanzialmente giusto per quello che si è visto sul campo.

Belgio-Canada 1-0

Partire subito forte e approfittare del pareggio a reti bianche tra Marocco e Croazia. È questo l’obiettivo del Belgio, che potrebbe balzare in testa al gruppo F dei Mondiali dopo i primi 90′. Dall’altra parte, però, c’è un Canada con tanta voglia di mettersi in mostra. I canadesi, infatti, dopo Messico ’86, partecipano per la seconda volta nella storia alla fase finale di un Campionato del Mondo.

Nel primo tempo, a partire forte è il Canada che dopo 10′ ha la prima grande occasione per sbloccare la partita. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Carrasco colpisce il pallone con la mano, mandando dal dischetto gli avversari. Dagli undici metri si presenta Alphonso Davies, il quale, però, si fa ipnotizzare da Courtois. Si tratta del primo calcio di rigore parato di questi mondiali.

I nord americani, tuttavia, non demordono e mettono in difficoltà i Red Devils con un pressing alto. Al 24′, però, il Belgio ha una grande occasione per sbloccare l’incontro: stop di Hazard, palla per Batshuayi al centro ma tiro che termina alto da buona posizione. I canadesi rispondono qualche minuto dopo, esattamente al 32′: Buchanan riceve palla al centro dell’area ma il suo tiro viene smorzato dall’intervento di un difensore.

Quello del primo tempo è un buon Canada, che però va sotto allo scadere della prima frazione. Al 44′, infatti, Alderweireld lancia lungo per Batshuayi, che aggancia e trafigge Borjan con un sinistro in corsa a incrociare. Belgio avanti! Prima dello scadere dei 5′ minuti di recupero concessi dall’arbitro Sikazwe, il Canada riesce a sviluppare qualche buona trama offensiva, senza però rendersi realmente pericoloso.

Nella ripresa, la nazionale canadese prova a ripartire subito forte alla ricerca del gol del pari. Al 48′, Eustaquio prova a incrociare con il destro dal limite dell’area: pallone che termina largo alla destra di Courtois. Ancora Canada in avanti al 62′ ma la conclusione di Buchanan termina altissima sopra la traversa. I nord americani, però, lasciano anche spazi: al 66′, De Bruyne scatta sulla destra, serve al centro il solito Batshuayi, che però si fa anticipare all’ultimo istante. Ma il Canada continua a tenere palla e a rendersi pericoloso: all’80’, Larin gira di testa su cross dalla destra ma Courtois para.

Red Devils cercano di sfruttare gli spazi concessi per siglare la rete del raddoppio: all’85’, De Bruyne si accentra e prova il destro in corsa. Il pallone, però, termina alto sopra la traversa. Di fatto è questa l’ultima palla gol della partita. Il Belgio vince 1-0 e vola in testa alla classifica del gruppo F dei Mondiali. Seguono Marocco e Croazia a un punto, ultimo il Canada a zero.

Alessandro Zappalà

Mauro Di Stefano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.

Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.

Valuta l’articolo!

Totale: 0 Media: 0

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *