messina,-tenta-la-fuga-dopo-aver-rubato-un-tablet-ed-un-telefonino-da-un’abitazione,-arrestato

Messina, tenta la fuga dopo aver rubato un tablet ed un telefonino da un’abitazione, arrestato

arresti carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Falcone, collaborati dai colleghi della Sezione Radiomobile della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, hanno arrestato, in flagranza di reato, un uomo per furto aggravato e violazione della misura della sorveglianza speciale

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di Falcone, collaborati dai colleghi della Sezione Radiomobile della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, hanno arrestato, in flagranza di reato, un uomo per furto aggravato e violazione della misura della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza, cui l’individuo era in atto sottoposto.È stata una richiesta pervenuta al numero unico di pronto intervento 112 NUE a segnalare la presenza di un uomo che, dopo essersi introdotto all’interno di un’abitazione nel comune di Oliveri, è stato notato mentre scavalcava un muro di recinzione per darsi alla fuga. Il tempestivo intervento dei Carabinieri, grazie anche alla collaborazione di alcuni passanti, consentiva di rintracciare l’individuo che veniva bloccato nelle zone limitrofe all’accaduto. All’esito della perquisizione personale, l’uomo è stato trovato in possesso di un tablet e di un telefono cellulare asportati dall’abitazione cui poco prima si era furtivamente introdotto. Pertanto, la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario e l’uomo è stato arrestato, in flagranza di reato, per furto aggravato e violazione della misura della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel Comune di Bari, cui è risultato in atto sottoposto, a seguito degli approfonditi accertamenti eseguiti dai militari dell’Arma.

Ultimate le formalità di rito, su disposizione del Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Patti, l’arrestato è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.