messina,-bartolotta-(pd):-“avviare-una-concreta-strategia-di-sviluppo-per-il-comparto-agricolo”

Messina, Bartolotta (Pd): “avviare una concreta strategia di sviluppo per il comparto agricolo”

Messina, Bartolotta (Pd): “avviare una concreta strategia di sviluppo per il comparto agricolo valorizzando le nostre produzioni di eccellenza, uniche per la tipicità del nostro territorio”

“Il settore agricolo deve tornare ad avere un ruolo di primaria importanza in un’ottica strategica di crescita e sviluppo del territorio siciliano e dell’Area Metropolitana di Messina.  Valorizzare e sostenere questo comparto ed i tanti prodotti di eccellenza della nostra zona, significa anche salvaguardare il territorio e prevenire il dissesto idrogeologico, aiutando anche la prevenzione dagli incendi. Infatti, ettari di terreni vanno rovinosamente in fumo ad ogni stagione estiva, nel silenzio assordante della politica che, fino ad oggi, si è appena limitata a garantire gli interventi di antincendio, senza mai pianificare una reale strategia di prevenzione e di rimboschimento del territorio. Il territorio del Comune di Messina, in particolare, è costituito da 48 villaggi e di un centro densamente urbanizzato, che nel tempo, nonostante il grido di allarme lanciato anni addietro dal Consigliere della I Circoscrizione, Nino Crupi, il quale aveva sollecitato interventi a sostegno degli agricoltori e la costituzione di un assessorato all’agricoltura,  ha subito l’assenza della politica e di qualsivoglia programmazione”, dichiara Nino Bartolotta, candidato del Partito Democratico alle prossime elezioni regionali del 25 settembre.

“Dobbiamo puntare al ripopolamento delle aree rurali e a specifiche misure a sostegno dei produttori agricoli. Sarà necessaria una normativa che snellisca le procedure di utilizzo delle risorse che mitighino i costi di produzione. Bisognerà, inoltre, investire per la manutenzione e il potenziamento della rete stradale interpoderale, indispensabile per garantire un adeguato accesso ai fondi, senza dimenticare la riconversione dei terreni incolti e le attività di rimboschimento delle aree percosse da incendi”, conclude Nino Bartolotta.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *