mazara,-denise-pipitone-compie-oggi-22-anni-–-televallo

Mazara, Denise Pipitone compie oggi 22 anni – Televallo

  • Blitz antimafia contro clan Catanese: droga, pizzo e voto di scambio

    by Redazione on 26 Ottobre 2022 at 04:46

    CATANIA (ITALPRESS) – I Carabinieri del Comando Provinciale di Catania stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale etneo, nelle province di Catania, Cagliari e Rimini. Più di 30 gli indagati, accusati di “associazione di tipo mafioso”, “estorsione”, “associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti”, “detenzione illegale di armi e munizioni” e “concorso in violazione di domicilio aggravata da violenza sulle cose a mezzo di incendio”, reati aggravati dal metodo mafioso. Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, hanno consentito di individuare i componenti del gruppo mafioso operante nella zona di Randazzo ed inquadrato nel clan Laudani.Dall’attività investigativa sono emerse anche ipotesi di scambio elettorale politico-mafioso con riferimento alle elezioni comunali del 2018.L’operazione ha permesso di disarticolare il gruppo dei Sangani, operante nel randazzese quale articolazione territoriale del clan Laudani, detti “mussi i ficurinia”.Oltre ad un fiorente traffico di cocaina, hashish e marjuana, l’indagine ha consentito di documentare come gli indagati abbiano, nel corso degli anni, esercitato un asfissiante e capillare controllo del territorio ai danni di attività economiche della zona, i cui titolari venivano intimiditi con minacce e danneggiamenti per sottostare al pagamento del pizzo. Nel corso delle indagini, a testimonianza della pericolosità dell’associazione è stato rinvenuto, sotterrato in una località di campagna, un vero e proprio arsenale costituito da pistole, fucili e numerose munizioni.Inoltre, con riferimento alle elezioni amministrative di Randazzo dell’anno 2018, sono emerse interferenze degli appartenenti al sodalizio mafioso sull’Amministrazione Comunale e, in particolare, su tre rappresentanti, attuali e passati, di quel Comune.(ITALPRESS).

  • Crosetto “Di fronte a noi un orizzonte di 10 anni”

    by Redazione on 26 Ottobre 2022 at 04:31

    ROMA (ITALPRESS) – “Per la prima volta abbiamo un presidente del Consiglio che disegna un orizzonte di 10 anni con un discorso serio, di alto livello. Ha fatto un atto di coraggio, serietà e lungimiranza, senza pensare se sarà rieletta, ma pensando a fare le cose giuste per il Paese anche se all’inizio forse non tutte saranno comprese”. Lo dice in un’intervista al “Corriere della Sera” Guido Crosetto, ministro della Difesa e fondatore di Fratelli d’Italia nel giorno in cui il Governo guidato da Giorgia Meloni, dopo aver incassato la fiducia alla Camera, si appresta a fare altrettanto al Senato. Alle 13 di oggi, il premier si presenterà a Palazzo Madama per ottenere il via libera definitivo da parte del Parlamento al suo Esecutivo. C’è più continuità o discontinuità rispetto al governo di Mario Draghi? “Questa gara io non l’ho mai capita – replica Crosetto -. Non dobbiamo necessariamente bloccare tutte le cose che Draghi ha fatto. Quelle buone devono essere portate avanti e quelle che non sono state condivise possono essere lasciate cadere”. Giuseppe Conte ha già dichiarato che non voterà il prossimo invio di armi all’Ucraina. “Sarà un problema, sì, nel senso che su temi così importanti sarebbe meglio avere il Parlamento unito – replica il neoministro -. Conte dovrà spiegare perchè ha deciso di assumere una posizione diversa, visto che il M5S l’invio di armi lo ha votato”. Quello di investire il 2% del Pil per le spese militari “è un impegno che ha preso lo Stato italiano e che la maggioranza uscente, compreso Conte, aveva definito con una tempistica che dura cinque anni. Quindi non ci sarà una riduzione di quell’impegno e comunque vedremo cosa consentirà il quadro di finanza pubblica”. – foto agenziafotogramma.it – (ITALPRESS).

  • Benfica-Juventus 4-3, bianconeri fuori dalla Champions

    by Redazione on 25 Ottobre 2022 at 19:10

    LISBONA (PORTOGALLO) (ITALPRESS) – La Juventus è matematicamente fuori dalla Champions League 2022/2023. Al da Luz di Lisbona, la squadra di Massimiliano Allegri è stata sconfitta per 4-3 da un Benfica efficace, mai battuto finora in stagione tra tutte le competizioni e meritevole di proseguire il cammino nella coppa più prestigiosa. I bianconeri hanno così incassato la quarta battuta d’arresto in cinque gare del Gruppo H nonostante un buon finale giocato soprattutto dai giovani buttati nella mischia da Allegri. La squadra bianconera è capitolata una prima volta al 17′ quando, su un calcio d’angolo battuto corto, Enzo Fernandez ha effettuato un cross perfetto dalla sinistra che ha trovato il taglio dentro l’area piccola di Antonio Silva bravo a sovrastare Gatti e a piazzare la sfera di testa sul primo palo. I bianconeri, però, non sono crollati come in altre occasioni e alla prima situazione favorevole hanno trovato il pari: da un corner di Kostic da sinistra, Danilo ha svettato più alto di tutti sul primo palo trovando Vlahovic sul secondo palo che su due tap-in consecutivi ha trovato le parate di Vlachodimos, ma il portiere nulla ha potuto sul tocco finale di Kean. C’è però voluto qualche minuto e l’intervento del VAR per convalidare la rete dell’attaccante serbo. Benfica nuovamente in vantaggio al 28′ quando Joao Mario ha spiazzato su calcio di rigore Szczesny. Il tiro dal dischetto era stato propiziato, suo malgrado, da un tocco con un braccio di Cuadrado nel tentativo di togliere la sfera ad Aursnes. Il da Luz è esploso nuovamente al 35′ quando da un traversone rasoterra dalla destra di Joao Mario è stato Rafa Silva ad entrare in area e ad eludere la difesa bianconera trafiggendo con uno splendido colpo di tacco Szczesny. Poker del Benfica al 5′ della ripresa, ancora con Rafa Silva che, imbeccato da Grimaldo, ha superato il portiere in uscita con uno “scavetto” delizioso. Juventus che ha incredibilmente riacceso la gara nel finale con due gol tra il 32′ e il 34′ quando, da due cross dalla sinistra del debuttante (in Champions) Iling-Junior, è stato prima Milik con una girata al volo di sinistro all’altezza del dischetto del rigore e battere Vlachodimos e poi McKennie a ribadire in rete dopo una prima conclusione di Soulè respinta dal portiere. – foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Poker a Zagabria, il Milan ‘vedè gli ottavi di Champions

    by Redazione on 25 Ottobre 2022 at 19:05

    ZAGABRIA (ITALPRESS) – E’ una vittoria d’oro quella conquistata da un ottimo Milan che si impone nettamente sul campo della Dinamo Zagabria per 4-0, salendo al secondo posto del girone di Champions e dunque in piena corsa per la qualificazione agli ottavi. Il match si decide a cavallo tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa, quando le reti Gabbia, Leao e Giroud su rigore mettono a posto le cose per gli uomini di Pioli, che chiudono poi i conti grazie a un’autorete. La prima parata del match la firma però Tatarusanu, che al 18′ respinge in tuffo una conclusione dal limite di Ivanusec. Al 32′ Kalulu crossa dalla tre quarti trovando l’incornata di Giroud, che viene sventata in tuffo da un attento Livakovic. Gli ospiti, dopo un avvio contratto, crescono con il passare dei minuti e al 39′ siglano il vantaggio. Tonali pennella una bella punizione dalla destra che aggira i difensori servendo Gabbia, che di testa batte Livakovic in tuffo per l’1-0 dei suoi. E’ il risultato con cui le due squadre vanno al riposo. I campioni d’Italia escono alla grande dagli spogliatoi e al 5′ firmano il raddoppio. Leao parte da centrocampo, salta un uomo e si accentra sfruttando un buco lasciato dalla difesa infilando poi Livakovic con il destro da posizione ravvicinata. Al 14′ arriva addirittura il tris, quando Tonali viene atterrato in area da Ljubicic con l’arbitro che assegna un calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Giroud, il quale calcia sotto l’incrocio dei pali siglando il 3-0. I croati si rivedono al 19′, quando vanno al tiro con Spikic ma Tatarusanu è attento e devia. Sul capovolgimento di fronte è poi Livakovic a salvare i suoi dal 4-0 su un mancino ravvicinato di Giroud. Il quarto gol arriva al 24′, quando Leao se ne va alla sua maniera sulla sinistra, entra in area e mette in mezzo trovando la sfortunata deviazione di Ljubicic che infila il proprio portiere. Cinque minuti dopo, Orsic sfiora la rete della bandiera con un destro a giro che sfiora il palo. Nel finale il punteggio non cambierà più, complice anche l’annullamento per fuorigioco del 5-0 di Pobega, una doppia super parata di Livakovic su Giroud e Krunic e, infine, un gol mangiato da Rebic in contropiede. Per il Milan arrivano così i 3 punti che lo portano in seconda posizione a quota 7. Tra 8 giorni, a San Siro contro il Salisburgo, basterà il pareggio per passare agli ottavi.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Il Governo incassa la fiducia alla Camera

    by Redazione on 25 Ottobre 2022 at 16:55

    ROMA (ITALPRESS) – Con 235 voti favorevoli, 154 contrari e 5 astenuti, il governo guidato dal presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha ottenuto la fiducia dell’Aula della Camera. La quota di maggioranza era fissata a 195 voti, con la compagine di centrodestra che poteva contare su 237 voti. Domani, alle 13, il premier si presenterà al Senato per ottenere il via libera definitivo da parte del Parlamento al suo Esecutivo.(ITALPRESS).-foto agenziafotogramma.it-

  • Related Posts

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *