maria-elena-boschi-fa-tappa-a-vibo:-«mi-ricordero-di-questa-citta-anche-dopo-le-elezioni»

Maria Elena Boschi fa tappa a Vibo: «Mi ricorderò di questa città anche dopo le elezioni»

La deputata di Italia Viva, capolista alla Camera in Calabria per il terzo polo, ha sottolineato il personale legame con Stefano Luciano: «Siamo l’alternativa a un Pd debole e ai populismi di destra»

Redazione

Maria Elena Boschi fa tappa a Vibo: «Mi ricorderò di questa città anche dopo le elezioni»
La visita di Maria Elena Boschi a Vibo Valentia

La deputata Maria Elena Boschi ha fatto tappa a Vibo Valentia, per un’iniziativa politica finalizzata a rafforzare la campagna elettorale che la vede candidata capolista alla Camera in Calabria per il terzo polo nato dall’accordo fra Matteo Renzi e Carlo Calenda. L’incontro che l’ha vista protagonista si è tenuto nella sala meeting di palazzo Santa Chiara. Un discorso, il suo, “sentito e pieno di passione” per una terra che ha definito «meravigliosa anche se piena di insidie e di problemi». Maria Elena Boschi ha anche affermato che «Vibo Valentia merita di essere al centro dell’agenda politica del prossimo Governo, perché è una città ricca di potenzialità la cui economia deve essere rilanciata attraverso iniziative concrete, dirette ad arginare la criminalità organizzata ed a tutelare le numerose imprese che hanno il coraggio e la volontà di resistere alla quotidiana sfida di operare in un territorio difficile». [Continua in basso]

la Boschi a Vibo

Boschi non ha poi nascosto di avere un’amicizia personale, consolidata negli anni e risalente al periodo universitario, con Stefano Luciano, capogruppo di Azione in Consiglio comunale a Vibo Valentia, presente all’iniziativa unitamente al segretario provinciale Maurizio Mazzotta ed alla segretaria cittadina Claudia Gioia insieme ad una folta rappresentanza del partito locale. «Con Stefano Luciano – ha detto – ci conosciamo personalmente da tanti anni ed in varie occasioni abbiamo parlato della necessità di costruire un’area riformista alternativa al Partito democratico ed alla destra sovranista; oggi finalmente quest’area è stata costruita grazie all’accordo tra Italia Viva ed Azione e questa campagna elettorale è solo l’inizio di una grande avventura». A queste parole ha fatto poi seguito un impegno formale: «Ho garantito a Stefano e garantisco a tutti voi che non mi dimenticherò di Vibo Valentia il giorno dopo le elezioni. Tornerò per ascoltare i bisogni di questa comunità al fine di portare le istanze in Parlamento».

A precedere la deputata di Italia Viva, l’intervento di Stefano Luciano, che ha aperto l’iniziativa: «Maria Elena mi ha garantito che tornerà presto. Oggi si realizza quanto avevamo insieme a lei negli anni sperato si realizzasse. Nasce il terzo polo. Nasce l’alternativa anche sul territorio di Vibo Valentia ad un Partito democratico debole ed incapace di costruire l’alternativa di governo. Siamo anche alternativi ai populismi di destra, ma non ci vogliamo fare guidare dalle posizioni ideologiche. La nostra guida sono i bisogni dei nostri cittadini ed il nostro modo di fare politica consiste nell’attuare soluzioni concrete per il rilancio della nostra città».

L’incontro, moderato da Mariella Calogero, ha visto gli interventi di Ernesto Magorno, Federica Dieni, Bruno Censore, del segretario regionale di Azione Fabio Scionti e di Marisa Galati, candidata al collegio uninominale Vibo Piana- di Gioia Tauro per la Camera dei deputati.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *