lightspeed:-sei-le-startup-selezionate-per-la-seconda-edizione

LightSpeed: sei le startup selezionate per la seconda edizione

Tra le startup selezionate dall’acceleratore LightSpeed c’è l’italiana TrueScreen, app che certifica con valore forense i contenuti generati con uno smartphone o un tablet.

LightSpeed

Lefebvre Sarrut, player europeo specializzato nell’informazione legale e fiscale, ha annunciato i nomi delle sei startup che beneficeranno quest’anno del suo programma di accelerazione LightSpeed. L’evento si è svolto presso la sede parigina di BPI France Le Hub. In totale, una sessantina le startup da tutta Europa che hanno presentato domanda.

Tra le sei aziende vincitrici, l’italiana True Screen con l’omonima app che autentica e certifica foto, video, screenshot, documenti e registrazioni audio garantendo autenticità e immodificabilità di ogni contenuto con estremo valore probatorio. Una “cybersecurity solution” intuitiva che abbrevia tempi e le procedure di certificazione di un contenuto altrimenti molto lunghi e complessi.

Le altre startup vincitrici sono:

  • Seald (FR)-: fornisce agli editori di software un modulo di crittografia end-to-end per proteggere i dati degli utenti.
  • Lynn Legal (NL): un bot per avvocati basato sull’intelligenza artificiale che esamina e annota gli accordi di non divulgazione e gli accordi di elaborazione.
  • Chiara (ES): una piattaforma di formazione per parlare in pubblico che immerge i tirocinanti in situazioni reali attraverso la realtà virtuale.
  • Carbon di Lawstud.io (BEL): uno strumento di gestione del ciclo di vita del contratto di facile utilizzo, dalla stesura alla firma.
  • Side Quest (FR): una piattaforma di e-learning per professionisti legali, con uno speciale metodo di social learning.

Olivier Campenon, Presidente del consiglio di amministrazione del gruppo Lefebvre Sarrut, ha dichiarato: “L’innovazione è al centro della nostra strategia. Le sei startup selezionate dalla nostra giuria svolgono attività che prefigurano le abitudini di utilizzo dei nostri clienti di domani nel settore legale. LightSpeed, il nostro acceleratore di startup, è un esempio concreto della nostra open innovation. Il programma mette realmente a frutto il nostro impegno nei confronti della comunità dell’innovazione a livello europeo. La precedente edizione di LightSpeed è stata acclamata da tutte le startup partecipanti. Auguro lo stesso successo a questo nuovo episodio!”

Il mercato italiano delle startup ha risposto con grande interesse alla seconda edizione di LightSpeed”, commenta Stefano Garisto, Direttore Generale di Giuffrè Francis Lefebvre. “Siamo molto felici per il risultato conseguito da True Screen perché crediamo fortemente nella digitalizzazione delle professioni legali, attività che ci vede impegnati in prima linea nello sviluppo delle soluzioni che offriamo ai nostri clienti”.

Per sei mesi le startup beneficeranno di:

  • Tutoraggio personalizzato, specifico per ogni argomento di sviluppo;
  • Workshop su problemi concreti incontrati durante tutto lo sviluppo del progetto;
  • POC (proof of concept) – laddove opportuni – basati su casi di utenti co-costruiti con gli esperti del Gruppo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.