la-russia-lascia-la-stazione-spaziale-internazionale.-usa:-“non-e-una-mossa-prudente”

La Russia lascia la Stazione Spaziale Internazionale. Usa: “Non è una mossa prudente”

Roma, 27 lug – La Russia abbandonerà il progetto della Stazione Spaziale Internazionale, come riporta Tgcom24. Non subito, ma dal 2024. Una notizia che conferma l’allontanamento tra i due Paesi, ben oltre il contesto della guerra in Ucraina.

Russia e Stazione Spaziale Internazionale: “Dal 2024 lasceremo il progetto”

A parlare è il vertice di Roscosmos (l’Agenzia spaziale russa). Yury Borisov annuncia, durante un incontro con il presidente Vladimir Putin, che la Russia non sarà più parte del progetto Iss dopo il 2024. E il motivo risiede nella realizzazione di una stazione spaziale nazionale. Borisov si è così espresso: “Naturalmente rispetteremo tutti gli impegni presi con i nostri partner, ma la decisione di lasciare questa stazione è stata presa”. Poi aggiunge:”Penso che per quella data avremo già iniziato a lavorare alla costruzione della stazione spaziale russa che sarà una priorità fondamentale negli sforzi di esplorazione spaziale pilotata di Roscosmos”.

Gli Usa: “Scelta imprudente”

La risposta è di John Kirby, portavoce della Casa Bianca, che commenta così: “Il ritiro della Russia dal progetto della Stazione Spaziale internazionale (Iss) non è stata una mossa prudente. Da parte nostra, rimarremo impegnati a lavorare con tutti i partner dell’Iss per garantire il funzionamento e la sicurezza della missione”. Dalla Nasa arrivano comunicazioni neutre: alcuni funzionari hanno fatto sapere ai media di non averne saputo, sostanzialmente, nulla. Robyn Gatens, direttrice per la Nasa dell’Iss ha ribadito di non voler  “interrompere la collaborazione con la Russia”. E ha risposto con un secco “assolutamente no” alla domanda se volesse mettere fine ai rapporti tra Usa e Russia sullo spazio.

Alberto Celletti

L’articolo La Russia lascia la Stazione Spaziale Internazionale. Usa: “Non è una mossa prudente” proviene da Il Primato Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.