la-fortitudo-torna-a-sorridere.-travolta-la-stella-azzura-roma-91-a-63   -–-agrigentooggi

La Fortitudo torna a sorridere. Travolta la Stella Azzura Roma 91 a 63    – AgrigentoOggi

La Fortitudo torna a sorridere. Travolta la Stella Azzura Roma 91 a 63   

di Michele Bellavia

La partita si preannunciava sulla carta come un impegno agevole per la Fortitudo e così è stato, visto che non c’è mai stata partita. Dopo due stop di fila i biancazzurri capitalizzano il fattore-campo spazzando in scioltezza la Stella Azzurra Roma con il punteggio di 91 a 63. È la 4ᵃ vittoria stagionale che rilancia la squadra di coach Cagnardi in classifica. Gran merito di questo risultato va al trio Ambrosin-Francis-Marfo autore di ben 52 punti. Bene anche Grande (13 punti) e Costi (12 punti). Di fronte c’era la Stella Azzurra, un avversario apparso per nulla rassegnato soprattutto nella prima parte di gara e che – sebbene inchiodato allo zero in classifica nel girone verde – ha giocato sorretto dalle ottime prestazioni di Wilson (18 punti) e Giachetti (12 punti). Classico starting five di coach Cagnardi con Grande, Francis, Ambrosin, Chiarastella e Marfo; coach Bechi risponde con Wilson, Rullo, Nikolic, Chiumenti e Ferrara. Primo quarto di marca biancazzurra: trascinata da un super Francis la Fortitudo prova subito la prima spallata a metà della frazione (14-5). Gli ospiti, tuttavia, non demordono e trascinati da Giachetti e Wilson rimangono a contatto. I biancazzurri piazzano un nuovo allungo (28-21) grazie a Marfo, mentre sul versante opposto prima Giachetti e poi Innocenti piazzano la zampata che consente ai capitolini di chiudere sotto di un solo possesso dopo i primi 10′ (28-23). Nel secondo quarto la Fortitudo prende il largo: questa volta ci pensano Grande e Ambrosin a fare la voce grossa a suon di triple. Arriva così il primo vantaggio in doppia cifra (39-28). Sul versante opposto, la Stella Azzurra argina come può grazie a qualche fiammata individuale e va alla pausa lunga sotto di 12 (51-39). Al rientro è un monologo: trascinata da Marfo, implacabile nel pitturato, i biancazzurri scavano una voragine (+27) e chiudono la terza frazione tra gli applausi del pubblico (75-48). L’ultimo quarto è garbage time: Ambrosin e Costi piazzano il +32 (82-50), mentre per i capitolini è notte fonda. Finisce 91 a 63 e per la Fortitudo è già tempo di pensare al prossimo impegnativo match. Nell’anticipo di venerdì 25 novembre (ore 20 e 30) i biancazzurri di coach Cagnardi scenderanno in campo contro la Reale Mutua Torino degli ex Pepe e Guariglia e dell’ex coach Franco Ciani. 

Moncada Energy Group Agrigento 91 – E-Gap Stella Azzurra Roma 63

Fortitudo Agrigento: Grande 13, Francis 16, Ambrosin 17, Chiarastella 5, Marfo 19, Costi 12, Bellavia, Peterson 6, Negri 3, Mayer. All.: Cagnardi.

Stella Azzurra Basketball Academy: Giachetti 12, Rullo 2, Wilson 18, Nikolic 2, Chiumenti 4, Salvioni 4, Fresno 7, Ferrara 9, Mabor, Visintin 6, Innocenti 6. All.: Bechi.

Arbitri: Andrea Masi, Marco Marzulli e Daniele Calella.  

Note: parziali: 28-25, 23-14, 24-9, 16-15

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *