il-presidente-del-consiglio-regionale-incontra-il-corecom:-“sinergia-a-tutela-dei-diritti-delle-persone”

Il presidente del Consiglio Regionale incontra il Corecom: “Sinergia a tutela dei diritti delle persone”

“Al Corecom, chiamato a svolgere delicate funzioni di governo, garanzia e controllo in materia di comunicazioni e che, oltre a fornire consulenze sul settore alla Regione, è titolare di funzioni proprie e delegate dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom), annettiamo una grande importanza. Agendo, ognuno per la propria responsabilità ma in un clima che privilegi le sinergie e la leale collaborazione, sono certo che si farà un ottimo lavoro”. E’ quanto affermato dal presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso, incontrando a Palazzo Campanella il presidente e i due componenti del “Comitato regionale per le comunicazioni” (nominati di recente): rispettivamente Fulvio Scarpino (presidente), Mario Mazza e Pasquale Petrolo. All’incontro ha partecipato anche il dirigente del Corecom, Maurizio Priolo.

Dal canto suo, il presidente Scarpino si è detto “consapevole delle sfide cui il Corecom è chiamato. Prima fra tutte l’affermazione delle regole circa il rispetto della comunicazione. In tal senso, siamo orgogliosi di portare avanti la terza edizione del concorso “Gonfia la Rete, Vinci sul Web”, che ha l’obiettivo di promuovere un utilizzo consapevole del web. Solo chi è in possesso delle giuste conoscenze – ha affermato Scarpino – può navigare in relativa serenità, sfruttando le immense opportunità della rete e tutelandosi, al contempo, dai suoi fenomeni deleteri, quali, in particolare: Cyberbullismo, Revenge porn, Fake news, Hate speech”. [Continua in basso]

Nella sua prima seduta di lavoro, il Corecom ha approvato 67 deliberazioni relative ai procedimenti di definizione delle controversie fra l’utenza e gli operatori telefonici, quale arretrato formatosi nel periodo di vacatio. Riguardo al “ConciliaWeb”, che rappresenta un progetto importante per avvicinare i cittadini alle Istituzioni, il Corecom intende divenire sempre più “amico” dei cittadini e attento alla tutela dei loro diritti. Soprattutto quella fascia di popolazione non informatizzata e non in grado di gestire procedure telematiche.

Tra i tre componenti dell’importante Comitato per le Comunicazioni, emanazione regionale dell’Agcom, è stato indicato il giornalista vibonese Pasquale Petrolo.

Pasquale Petrolo vive a Paravati di Mileto. Ha iniziato a collaborare con quotidiani e periodici durante gli studi universitari, intraprendendo un percorso professionale che gli ha consentito di iscriversi all’Ordine Nazionale dei Giornalisti Professionisti. Dal 2005 svolge la sua attività giornalistica all’Ufficio Stampa della Provincia di Vibo Valentia. Dal 2012 ne è il responsabile con il profilo di addetto stampa. Ha ricoperto anche il ruolo di coordinatore dell’area “Comunicazione e Informazione” dell’Area Vasta di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia della Funzione Pubblica Cgil Calabria. È inoltre esponente del Coordinamento Nazionale dei Giornalisti dell’Upi.

Direttore del periodico di cultura e società “Kairos”, redattore della sezione “News e Comunicati stampa” del sito internet della Provincia di Vibo, è stato componente della redazione del periodico “Vibo Provincia”. Ha lavorato, inoltre, con “Il Quotidiano della Calabria”, ha scritto, periodicamente, sul Vibonese, per blog e giornali online. Sua l’elaborazione del Piano di Comunicazione della proposta di legge di iniziativa popolare di un “welfare to work” per i giovani inoccupati del Mezzogiorno, normativa depositata alla Camera dei Deputati. Ha conseguito, al Centro Interdipartimentale della Comunicazione dell’Università della Calabria, una formazione accademica in “Informazione e Comunicazione Pubblica” e, sempre nella stessa disciplina, un Corso di Eccellenza Specialistico alla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione. Ha partecipato alla Summer School in “Teoria e Tecniche della Comunicazione e del Giornalismo”, promossa dalla Provincia di Vibo Valentia e patrocinata dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti e dall’Associazione Italiana di Sociologia. Coniugando esperienze di dirigenza politica e sindacale a ricerche teoriche di comunicazione, ha promosso e organizzato diverse iniziative pubbliche di valenza e risonanza mediatica nazionale. È stato tra gli ideatori della convention internazionale, “Un Mare di Pace – la festa dei giovani del Mediterraneo“, tenutasi a Zambrone-Tropea e dell’iniziativa antimafia, “Sui passi di Peppino per una cultura della legalità”, realizzata a Vibo Valentia, con la partecipazione delle scuole superiori.

Ha frequentato, al Parlamento Europeo di Bruxelles, la European Summer School: “Capire, Conoscere e Costruire l’Europa” e al Formez i laboratori di Cooperazione internazionale. Ha svolto, a Roma, un Master breve dell’Elea in “Marketing, Comunicazione e Cultura d’Impresa”. Coautore del libro: “Giornalisti nelle istituzioni – Il ruolo strategico dell’Informazione e della Comunicazione per promuovere lo sviluppo in Calabria”, Romano Editore.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *