Per Condividere Clicca sui pulsanti qui sotto 👇

Alessandra Chiavegatti: “Io penso che in questo momento storico noi dobbiamo scegliere se vogliamo essere persone libere di pensiero, o persone serve e obbedienti”

Il giudice Alessandra Chiavegatti, oggi in servizio al Tribunale per i Minori di Bologna, fino a gennaio in servizio al penale di Bergamo e in passato già pm a Brescia, durante il convegno svoltosi lo scorso 17 maggio, a Savigliano, dal titolo “Il diritto alla Scelta”, si rivolge ai propri colleghi con le seguenti parole: 

“Io penso che in questo momento storico noi dobbiamo scegliere se vogliamo essere persone libere di pensiero, o persone serve e obbedienti. Dobbiamo scegliere se vogliamo essere servitori della nostra coscienza o servitori di interessi, oppure se vogliamo portare avanti i valori e i principi della nostra Costituzione, della nostra Repubblica, l’interesse… ma un interesse che è un interesse che viene dal cuore. Tutelare la bellezza, tutelare il nostro stato, tutela l’artigianato, tutelare… mi viene in mente l’artigianato per tutte le aziende che stanno chiudendo. Cioè dobbiamo fare una scelta di cuore, abbiamo un cuore, siamo umani. Ha scritto un libro Cingolani, ministro della transizione ecologica: umani o umanoidi? Chiediamoci, vogliamo essere umani o umanoidi? E allora ci dobbiamo svegliare, dobbiamo avere coraggio, e lo dico anche a tutti i miei colleghi. Arrivano migliaia di denunce… leggetele queste denunce !!” FONTE