grandi-classici-d'autunno-–-james-magazine

GRANDI CLASSICI D'AUTUNNO – James Magazine

L’autunno, è innegabile, porta con sé un desiderio irrefrenabile di relax e di riequilibrio: la natura si predispone al riposo, i boschi si colorano di giallo oro, rosso, marrone bruciato e gli ultimi raggi di sole scaldano corpo e anima per prepararsi al meglio al rigore dell’inverno. Complice la dolcezza irripetibile dei paesaggi in questo periodo, la quinta stagione invita tutti a rallentare e a godere della natura che la colora e dei suoi tesori. Dalle castagne ai trattamenti benessere, dalla cultura all’attività fisica, ecco 4 idee per una stagione autunnale tutta da vivere per rinvigorire corpo e mente grazie a sport, wellness, gusto e cultura.

A poche ore dall’Italia, a favore di un turismo di prossimità, la Zillertal è una family valley dalle mille opportunità, meta perfetta per chi desidera sfruttare le temperature miti dell’autunno per concedersi qualche ora di svago all’aria aperta, immersi nel paesaggio colorato di rosso e di giallo che solo la quinta stagione sa regalare. Per gli amanti della bici, la pista ciclabile della Zillertal, pianeggiante, immersa nei campi e decisamente poco affollata, è una vera goduria: conduce per 31 km attraverso un ampio e soleggiato fondovalle lungo il fiume Ziller da Mayrhofen a Strass. Il facile percorso e le varie possibilità di svagarsi, tra parchi avventura, laghi balneabili, piscine all’aperto e parchi giochi, rendono la Zillertalradweg un tour ideale per le famiglie con bambini o per chi riprende ad andare in bicicletta e predilige un tracciato facile e poco faticoso. Chi desidera abbreviare o prolungare il percorso può sfruttare il trenino Zillertalbahn. Lungo la ciclabile si trova il lago di Schlitters: fino a settembre inoltrato ci si può tuffare per un magnifico bagno rigenerante. Il grande parco curato attorno al laghetto, invece, è ideale per riposarsi e per prendere il sole. La Zillertal offre una vasta scelta di strutture, per tutte le tasche e per tutti i gusti, con la proposta di numerose attività ideali sia per i grandi che per i piccini: dalle piacevoli passeggiate nel verde alla pratica di attività sportive outdoor passando per la straordinaria cucina. E a differenza di vallate più blasonate, non è mai sovraffollata e si percorre in assoluta quiete, incontrando l’ospitalità del posto e raccogliendo un bagaglio unico di esperienze e conoscenze.

A pochi chilometri da Vipiteno, nel cuore della Val Ridanna, circondato da boschi, prati e dal magnifico panorama delle Alpi dello Stubai, il Plunhof è un luogo speciale che racchiude una storia antica e autentica, un’architettura di design e un concetto di benessere molto solido, che riesce a conquistare anima, mente e corpo. Questo eco-hotel ultra-sostenibile ha saputo unire il lusso inaspettato a un nuovo stile di wellness saldamente legato al territorio: qui si contemplano le montagne, ci si abbandona al silenzio e alla cura del sé, che in questo contesto si fa davvero superba. La Minera Acqua & Spa, fiore all’occhiello della struttura, offre 4000 mq di benessere per un’esperienza di relax che non ha eguali in Europa, tra saune minerarie, bagno turco, area relax panoramica sul roof, piscine riscaldate. Tra i trattamenti offerti dalla Spa, perfetto dopo l’estate è il Rituale Primordiale, un’esperienza unica per mente, corpo e anima che aiuta a rafforzare la consapevolezza di sé e a dare nuova forza in vista della stagione fredda. La combinazione di quarzite argentea, essenze di erbe selvatiche e incenso meditativo calma il sistema nervoso e facilita il rilassamento: il sistema immunitario rinvigorisce e il livello di stress si riduce (105 minuti, euro 250).

Autunno, in Alto Adige, fa rima con Törggelenla famosa tradizione altoatesina che prevede che ci si ritrovi in masi, trattorie e locande a bere il vino novello e a mangiare le castagne arrosto. Ogni anno a Chiusa l’appuntamento con il Törggelen (17 settembre, 24 settembre, 1 ottobre 2022) si rinnova tra i vicoli e le vie della città, che si trasforma in una sorta di osteria a cielo aperto. Per vivere da vicino questo rito altoatesino, l’hotel Gnollhof di Gudon, nei pressi di Chiusa, rappresenta un’ottima base per rigenerarsi nel cuore della natura: l’interior contemporaneo dall’ampio respiro e le vetrate a tutta altezza che caratterizzano la struttura permettono di godersi la vista sul verde da ogni angolo dell’hotel e non solo dalle sue 54 camere e suite super-panoramiche. Al Gnollhof è possibile coccolarsi nelle piscine riscaldate (di cui una panoramica esterna a sfioro) e nell’area wellness, con saune e straordinari trattamenti beauty firmati Comfort Zone, con formule ricche di eccipienti naturali e sostenibili, seguiti da un profondo rilassamento in una delle silenziose sale con vista nel verde.

La pausa autunnale in questa struttura è arricchita dalla possibilità di poter assaggiare i vini pluripremiati della tenuta di famiglia Taschlerhof, intensi nel profumo, eleganti, equilibrati: con i suoi quattro vini della Valle Isarco (Sylvaner, Kerner, Riesling e Gewürztraminer), quella di Peter Wachtler è tra le aziende vinicole più apprezzate dagli amanti del vino.

Una meta alternativa per un weekend autunnale all’insegna della cultura e del sapere? Vienna potrebbe essere la scelta giusta: in questa stagione, infatti, la capitale austriaca regala tantissimi spunti per una originale fuga con tutta la famiglia. Nel quartiere dei Musei, il MuseumsQuartier, uno dei maggiori complessi espositivi al mondo, c’è un luogo dove si impara giocando e divertendosi: il Museo Zoom. Qui i piccoli dagli 8 mesi ai 6 anni sono gli esploratori privilegiati dell’Oceano Zoom con la grotta marina, il tunnel degli specchi e la barriera corallina mentre nell’Atelier Zoom possono divertirsi a sperimentare le tecniche e i materiali più diversi. Poco lontano da Schönbrunn e dal suo bellissimo Labirinto Dedalo, c’è il Museo della Tecnica, dove si va alla scoperta di fenomeni scientifici, tecnici e naturali in modo divertente, tra esperimenti e prove. L’indirizzo perfetto per soggiornare a Vienna e godere in modo privilegiato della bellezza effervescente di questa città è l’Hotel Beethoven Wien, situato in posizione strategica nel cuore del 6° distretto di Mariahilf/Naschmarkt, a soli cinque minuti a piedi dal MuseumsQuartier e a pochi passi dalla Cattedrale di Santo Stefano.

Al Beethoven ogni piano racconta un frammento della ricca storia della città ed è declinato con un diverso tema legato alla cultura e alla tradizione viennese, dai caffè letterari al teatro: ogni camera è unica e coniuga comfort, atmosfera e relax. Al mattino è prevista una ricca prima colazione, servita nel mezzanino dell’hotel, che regala una vista magnifica sulla porta di Papageno del Theater an der Wien, dove Beethoven debuttò per la prima volta con il suo Fidelio.

gnollhof.it

zillertal.at

hotel-beethoven.at

plunhof.it

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.