fronte-lavico-rallenta-a-stromboli,-scuole-chiuse-per-cenere

Fronte lavico rallenta a Stromboli, scuole chiuse per cenere

Si è giunti al sesto giorno di eruzioni

Restano ancora chiuse le scuole a Stromboli nel Messinese, nonostante il fronte lavico abbia notevolmente rallentato. Questo perché il fenomeno dei giorni scorsi ha creato un’altra emergenza, vale a dire la dispersione di cenere e sabbia.

Il sesto giorno

Prosegue l’eruzione dello Stromboli, giunta al sesto giorno. La colata lavica, così come emerso da un sopralluogo effettuato dal mare da parte di personale dell’Ingv, istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, rimane confinata nella parte alta della Sciara del Fuoco. Il fronte, infatti, resta attestato a circa 600 metri di quota sul livello del mare.

Dispersione di cenere e sabbia vulcanica

Continua,  contestualmente, la dispersione sul territorio, in particolare sulla borgata di Ginostra, di cenere e sabbia vulcanica. Per quest’ultima emergenza anche oggi le scuole sono rimaste chiuse nell’isola

Articoli correlati

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *