foggia,-ucciso-il-nipote-del-boss-tolonese:-l'agguato-in-strada-mentre-festeggiava-il-compleanno

Foggia, ucciso il nipote del boss Tolonese: l'agguato in strada mentre festeggiava il compleanno

| 3 Novembre 2022

Gli hanno sparato in strada a Foggia mentre festeggiava il suo compleanno. Due colpi all’addome che non hanno dato scampo ad Agostino Corvino, 50 anni, pregiudicato e nipote del boss Raffaele Tolonese della batteria Trisciuoglio-Prencipe-Tolonese della Società foggiana. L’uomo è stato raggiunto dai sicari in viale Giotto mentre brindava per il suo compleanno davanti a un chiosco di bibite. Sull’asfalto i poliziotti della Squadra mobile hanno recuperato 14 bossoli calibro 9.

Corvino era un pluripregiudicato e gli investigatori ritengono indubbio che l’omicidio sia maturato nell’ambito della criminalità organizzata foggiana, in subbuglio da mesi a causa di arresti e processi. Lo scorso 21 ottobre, era fallito un altro agguato nei confronti di Ivan Narciso, condannato a 5 anni e 6 mesi con giudizio abbreviato nel processo scaturito dall’operazione Decimabis, une delle più imponenti operazioni contro la mafia foggiana.

Corvino era invece arrestato a luglio 2013 nell’ambito dell’operazione ‘Corona’, perché accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsioni, ricettazioni, spaccio di stupefacenti e sequestro di persona. Con la sua morte sale a 13 il numero degli omicidi consumati nel Foggiano dall’inizio dell’anno. L’ultimo risaliva a inizio ottobre, quando a Orta Nova era stato ucciso Gerardo Tammaro, il padre di un ragazzo che in estate aveva ammazzato Andrea Gaeta, figlio di Francesco ‘Spaccapalline’, ritenuto il boss del paese alle porte del capoluogo dauno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO

DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.

Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI

Grazie Peter Gomez

Articolo Precedente

Mafia, la Cassazione nega la richiesta di permesso premio per Filippo Graviano: “Contatti con familiari legati a Cosa nostra”

next

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *