e’-morto-l’attore-roberto-nobile

E’ morto l’attore Roberto Nobile

Ragusa – È morto Roberto Nobile, attore noto e volto amato nel mondo del cinema e della serialità televisiva, soprattutto per i ruoli di Antonio Parmesan in Distretto di Polizia e Nicolò Zito ne Il Commissario Montalbano. La notizia del suo decesso è stata data in queste ore da Il Corriere della Città. L’attore è deceduto a Roma, all’età di 75 anni, era nato a Verona nel 1947 ma aveva origini familiari ragusane. Nel corso della sua lunga carriera ha partecipato a numerose fiction televisive.

Il padre di Roberto era stato poliziotto a Scicli quando c’era il commissariato di Polizia. Tanti i lavori nel corso della sua carriera per i quali si è distinto. Nobile ha lavorato per molti registi di rilievo come Gianni Amelio, Giuseppe Tornatore, Michele Placido, Nanni Moretti ed Ermanno Olmi, prendendo parte ad alcune importanti produzioni internazionali. Sul grande schermo ha prestato il volto per film molto amati come Caro Diario, La stanza del figlio, Habemus Papam, a dimostrazione di una grande complicità artistica con Nanni Moretti. Ha lavorato inoltre a titoli divenuti dei cult del cinema italiano come La scuola, pellicola del 1999 diretta da Daniele Luchetti in cui era il Professor Mortillaro, oltre a prendere parte al cast di film altrettanto noti come Caos Calmo, Tickets, Stanno Tutti bene e Giovanni Falcone, film del 1993 con protagonista Michele Placido che racconta la storia del magistrato ucciso dalla mafia un anno prima.

Per la televisione ha preso parte ad alcuni dei prodotti che più hanno caratterizzato la serialità italiana. Da La Piovra, nella settima e ottava stagione, a Il Commissario Montalbano, passando per Ultimo, Distretto di Polizia, Don Matteo e Nero Wolfe. Gli ultimi lavori sul piccolo schermo sono stati in Squadra Mobile, nel 2015, la miniserie Baciato dal Sole del 2016, Maltese nel 2018 e Gli orologi del diavolo, serie Mediaset con Giorgio Pasotti del 2020 che è, a tutti gli effetti, il suo ultimo lavoro sul set. Non aveva mai abbandonato, invece, il teatro. Negli ultimi mesi aveva portato in scena Le Storie del mondo, tratto da Le Metamorfosi di Ovidio.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.