concerto-della-merante-annullato-a-pannaconi,-l'organizzatrice:-«niente-canti-malavitosi»

Concerto della Merante annullato a Pannaconi, l'organizzatrice: «Niente canti malavitosi»

La titolare del locale che aveva promosso l’evento: «Avevo informato i carabinieri». L’esibizione fermata da un’ordinanza del sindaco di Cessaniti

Redazione

Concerto della Merante annullato a Pannaconi, l’organizzatrice: «Niente canti malavitosi»
La cantante Teresa Merante

La cantante folk Teresa Merante

Dopo l’annullamento del concerto della cantante folk Teresa Merante, in programma per il 9 settembre a Pannaconi, interviene la titolare del Madame Stephanie Cafè, promotrice dell’evento. Lo stop al concerto era arrivato dal sindaco di Cessaniti, Francesco Mazzeo, «per ragioni di ordine e sicurezza pubblica» dal momento in cui la cantante «è salita agli onori della cronaca per avere – si legge nell’ordinanza del primo cittadino – durante vari concerti, cantato brani inneggianti la sottocultura mafiosa». Dell’evento inoltre il Comune non era stato avvisato.

Caterina Tamburro, titolare del Madame Stephanie Cafè, a tal proposito precisa: «Non era stato avvisato il Comune in quanto si sarebbe trattato di uno spettacolo/intrattenimento musicale occasionale ed eccezionale, nell’area interna del locale di mia proprietà, senza la preparazione di sale, allestimenti e senza i caratteri dell’imprenditorialità – pagamento di un biglietto di ingresso o aumento del prezzo della consumazione -, pertanto esentato da licenza. Inoltre ho provveduto ad avvisare la Siae, non appena avrei avuto tutta la documentazione pronta mi sarei recata a regolarizzare l’evento, in attesa del repertorio definitivo da parte dell’intermediario della cantante».

Per quanto riguarda proprio il repertorio della cantante, la Tamburro riferisce: «Si trattava di 19 brani, con una nota importante: non sarebbero stati eseguiti brani della tradizione calabrese che fanno parte del genere “canto malavitoso”».

Tamburro spiega inoltre che «il documento con il repertorio della Merante è stato portato alla caserma dei carabinieri di Cessaniti, il quale a prescindere non è stato visionato, ma non capisco come mai è stato dichiarato che l’evento era stato organizzato senza avvisare nessuno».

LEGGI ANCHE: Cessaniti, il sindaco annulla il concerto a Pannaconi della Merante: «Brani da sottocultura mafiosa»

Nardodipace, il sindaco annulla il concerto di Teresa Merante: «Ragioni di sicurezza pubblica»

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *