comune-di-vibo,-luciano-a-sindaco-e-forza-italia:-«dimettetevi,-avete-distrutto-una-citta»

Comune di Vibo, Luciano a sindaco e Forza Italia: «Dimettetevi, avete distrutto una città»

Il consigliere comunale di Azione accusa il primo cittadino e il partito di Berlusconi, che amministrano da quasi dieci anni, di aver portato il territorio ai margini di ogni possibile sviluppo

Redazione

Comune di Vibo, Luciano a sindaco e Forza Italia: «Dimettetevi, avete distrutto una città»
A sinistra Stefano Luciano, a destra Maria Limardo e Giuseppe Mangialavori

Il sindaco di Vibo dovrebbe farsi da parte e consentire un ricambio di classe dirigente, ma purtroppo pur di rimanere in sella a volte si è disposti a tutto. Ed infatti nel corso dell’ultimo consiglio comunale solo 13 consiglieri hanno votato la manovra di bilancio proposta dall’amministrazione. Il che rivela non soltanto un’assenza oggettiva di numeri ma anche uno scarso interesse nei riguardi di un sindaco in declino”. E’ quanto afferma il capogruppo di Azione, Stefano Luciano il quale si domanda: Possibile che non ci sia uno scatto di orgoglio da parte del primo cittadino? Non si rende conto quest’ultima che oramai la situazione è insostenibile e che solo i consigli in seconda convocazione consentono il numero legale? Il partito del sindaco e cioè Forza Italia ha determinato la caduta del sindaco Costa proprio per l’assenza di numeri che consentissero le convocazioni in prima seduta. Ed ora, che la situazione è certamente più drammatica rispetto al passato, cosa pensa questo partito che ha la responsabilità di avere distrutto una città sotto tutti i punti di vista? Mi auguro che i cittadini possano finalmente capire quante menzogne e quanti slogan certa politica è disposta a fare pur di accaparrarsi qualche consenso in più. E ciò a discapito di un territorio che è ai margini di ogni sviluppo possibile”.

LEGGI ANCHE: Il Corsivo | Nel Vibonese è corsa per una poltrona in Parlamento fra slogan e silenzi

Articoli correlati

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.