comune-di-soriano,-la-commissione-elenca-una-serie-di-attivita,-ma-l’ex-sindaco-le-rivendica

Comune di Soriano, la Commissione elenca una serie di attività, ma l’ex sindaco le rivendica

«Prosegue l’attività della Commissione straordinaria di Soriano Calabro per assicurare una maggiore equità sociale e allo stesso tempo per garantire nuove entrate nelle casse dell’Ente. Nel corso degli ultimi mesi l’ufficio Tributi, composto da una sola unità e che si intenderà incrementare, ha predisposto avvisi di accertamenti per omessa dichiarazione Tari e omesso versamento della stessa, che a breve saranno notificati. Grazie a un intenso lavoro di ricerca e attraverso l’incrocio delle banche dati disponibili sono stati individuati 358 potenziali contribuenti per omessa denuncia Tari per l’anno 2016. L’importo accertato è pari a euro 74.578,90, a cui si aggiungono sanzioni ed interessi per un totale complessivo di euro 98.718,32. Numeri considerevoli se si tiene conto che riguardano un solo anno. Gli accertamenti in essere concludono l’attività già avviata di recupero di omessi versamenti per la stessa annualità. In emissione anche ruolo Idrico e Tari per l’annualità 2022. L’attività svolta – precisa il presidente della Commissione straordinaria – fornisce l’occasione per rimarcare l’importante ruolo che anche gli enti locali rivestono nell’ambito dell’affermazione di un più generale principio di legalità e di lotta all’evasione. E’ ferma intenzione di questa amministrazione straordinaria intensificare i controlli anche per le successive annualità e assicurare alle casse comunali i mancati introiti».

La Commissione straordinaria fa poi sapere di aver «proceduto  all’assunzione di un geometra, vincitore di apposito concorso. Nell’ambito del servizio dei tributi è stata poi assunta provvisoriamente un’unità attraverso scorrimento della graduatoria degli idonei, in assenza totale di personale che dovrà essere reclutato con le procedure concorsuali. In carenza di personale dell’area di vigilanza è stato prorogato il periodo di servizio a “scavalco d’eccedenza” dell’unico vigile urbano, dipendente del Comune di Lamezia Terme, nelle more dell’espletamento del concorso ad un posto di vigile in via di definizione. È stato approvato dalla Commissione straordinaria lo schema di aggiornamento delle assunzioni per il 2023, con la previsione dell’assunzione di ulteriori due vigili e due geometri». [Continua in basso]

L’ex sindaco Vincenzo Bartone

A tali dichiarazioni del commissario straordinario Vittorio Saladino ha inteso replicare con un comunicato l’ex sindaco di Soriano Vincenzo Bartone che ha guidato l’ente da maggio 2019 fino allo scioglimento per infiltrazioni mafiose, avvenuto nel luglio 2022 e per il quale ha presentato ricorso al Tar del Lazio.  Questa la sua replica: «Apprendo dagli organi di stampa “l’inteso lavoro” relativo all’attività svolta e in essere della Commissione straordinaria del Comune di Soriano Calabro, per cui ritengo doveroso fare dovute precisazioni. Anche in qualità di amministratore accorto» è opportuno che «le affermazioni di chi ricopre tale carica siano sempre avallate dalla verità e dagli atti». Nello specifico, Bartone rileva che: «Le comunicazioni fatte ai giornali da parte della Commissione straordinaria, circa determinate attività amministrative svolte dalla stessa, sono inesatte. Il presidente Vittorio Saladino – precisa l’ex sindaco – dovrebbe sapere, visionando gli atti pubblici interni e l’ultimo bilancio approvato dalla mia amministrazione, che ciò che in questi giorni ha rivendicato come “politica di rinnovo (attività, interventi, programmazione)” altro non è che l’intenso lavoro svolto dal sottoscritto e dall’amministrazione comunale da me guidata».

Vincenzo Bartone non avendo “digerito” quanto comunicato dal Comune a mezzo stampa aggiunge: «Invito chi di competenza a prendere visione di tutti gli atti e il lavoro svolto durante il mio mandato e confermare o smentire quanto sto denunciando pubblicamente». In particolare, «oltre ai concorsi pubblici che io ho fatto – ha dichiarato l’ex sindaco – e grazie ai quali oggi la Commissione ha potuto procedere giusto all’espletazione, o agli interventi per le strutture sportive e tanto altro, mi preme soffermarmi sull’importante questione dei tributi comunali. Al nuovo responsabile dell’ufficio Tributi di Soriano Calabro viene attribuito, infatti, un “intenso lavoro” clamorosamente e con prove avviato dalla mia azione amministrativa. Sin dal mio insediamento ho provveduto ad avviare un’indagine sullo stato della riscossione dei tributi comunali – Ici, Imu, Tarsu, Tares, Tari, Tasi – vista la situazione deficitaria ereditata e, nell’immediato, come testimoniano numerosi atti pubblici, tramite gli uffici competenti, ho provveduto ad avviare un’indagine nonchè procedere all’attività di riscossione coattiva per i tributi, per rendere il Comune di Soriano Calabro in linea con quella che era l’annualità corrente. L’emissione dei ruoli per il servizio idrico era ferma all’annualità 2014 mentre per il servizio Tari era ferma al 2015. Il lavoro che ho prontamente svolto è documentato e gli stessi cittadini possono confermarlo a seguito della riscossione tributaria – soprattutto del 2016 – avviata. Fornisco, pertanto, qualche primo documento che vi prego di pubblicare – ha dichiarato Vincenzo Bartone – e che manifesta quanto dichiaro».

LEGGI ANCHE: Soriano, impianti sportivi. La Commissione fa il punto della situazione

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *