come-proteggere-i-propri-dati-sul-web:-cinque-consigli-utili-|-sicurezza.net

Come proteggere i propri dati sul web: cinque consigli utili | sicurezza.net

I nostri dispositivi sono costantemente collegati alla rete internet: questo continuo scambio, specialmente se avviene su reti poco sicure, potrebbe mettere a rischio i nostri dati e la nostra privacy.

Ecco cinque misure da adottare per navigare responsabilmente e non cadere in truffe

Non tutte le reti internet sono uguali: quando ci colleghiamo a una rete che non è di nostra proprietà (ufficio, Wi-Fi pubbliche, Hotspot) rischiamo che il flusso dei dati in uscita e in entrata sia deviato da hacker o criminali informatici. Lo scopo dell’attacco potrebbe essere duplice: da una parte si potrebbe subire il furto di dati, password, credenziali d’accesso; d’altra parte il nostro computer potrebbe essere usato inconsapevolmente come hub per compiere altri attacchi informatici. Ecco allora cinque consigli da non trascurare.

Abbonarsi a una VPN

VPN è l’acronimo di Virtual Private Network: si tratta di una rete parallela che crittografa tutti i dati in entrata e in uscita. Garantirà massima privacy di navigazione: nessuno, al di fuori dell’utente e del sito di destinazione – potrà intercettare i dati in transito con la tecnica detta spoofing attack.

Un servizio VPN permette quindi di stabilire, sia da smartphone che da PC, una connessione sicura con il server. Si potranno utilizzare reti pubbliche senza troppi problemi.

Utilizzare un generatore di password

Oggi ci vengono richieste sempre più password per tutelare la nostra sicurezza: queste vanno memorizzate e conservate – eventualmente – in luogo sicuro. Tuttavia, per praticità, tendiamo a utilizzare la medesima password per diversi servizi. Il rischio, in tal caso, è molto concreto: in caso di attacco hacker, i criminali informatici avrebbero accesso indiscriminato al nostro intero mondo digitale. In pericolo sono soprattutto dati bancari o finanziari.

Ecco perché il generatore di password sicuro si occupa di creare – per ogni servizio – una password sicura e di conservarla in un portachiavi digitali, consultabile solo dal relativo proprietario.

Utilizzare software anti-phishing

Altro rischio molto concreto è quello del phishing, ovvero inviare mail contraffatte che sembrano autentiche in tutto e per tutto. Molto spesso viene richiesto l’inserimento di credenziali o personali oppure – in alternativa – si viene rimandati su siti esca. Le conseguenze potrebbero essere davvero gravi: ecco perché è bene dotarsi di un software che possa riconoscere ogni eventuale intrusione o tentativo di frode, segnalandola tempestivamente.

Evitare il download di contenuti non necessari

Non tutto ciò che troviamo online andrebbe scaricato: molte delle informazioni necessarie per il lavoro o per la vita privata possono essere anche consultate direttamente online. Scaricando qualsiasi tipo di file, sia esso un PDF o multimediale, incorriamo nel rischio di installare software spia sul nostro dispositivo.

Aggiornare sempre le app e il browser

Ultimo consiglio riguarda l’aggiornamento constante di sistema operativo, versione del browser ed eventuali applicazioni scaricate. Delle release poco aggiornate sono più vulnerabili: gli hacker, infatti, tendono a studiare i punti deboli di ogni sistema operativo. Gli aggiornamenti servono per correggere eventuali bug e fragilità: non installandole si rischia di non essere coperti rispetto alle ultime minacce informatiche. In altre parole: navigare su internet richiede piccole accortezze e strumenti appositi!

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *