ciclone-brunori,-il-palermo-supera-a-fatica-la-reggiana-ed-avanza-in-coppa-italia

Ciclone Brunori, il Palermo supera a fatica la Reggiana ed avanza in Coppa Italia

Il Palermo supera a fatica l’ostacolo Reggiana nel turno preliminare di Coppa Italia e trova il primo sorriso dopo alcuni giorni grigi e ricchi di incertezza. I rosanero vincono 3-2 nel segno di Matteo Brunori, che ha firmato una tripletta, e si qualificano per i trentaduesimi di finale dove troveranno il Torino, squadra di serie A. La sfida è prevista per il prossimo 6 agosto.

Palermo con l’unica novità Pigliacelli

Il tecnico ad interim Stefano Di Benedetto manda una formazione conservativa sia nel modulo 4-2-3-1 che con l’oganico lasciando in panchina praticamente tutti i volti nuovi escluso il portiere Mirko Pigliacelli.

Brunori fa doppietta nel primo tempo

Il Palermo passa subito in vantaggio alla prima azione grazie al suo uomo simbolo: Matteo Brunori che si incunea in area e sfruttando un cross perfetto di Valente sblocca subito la situazione.

La Reggiana di Aimo Diana prova a reagire con Rosafio che ci prova dal limite ma la conclusione è alta. Non c’è molto fino al 2-0 di Brunori che al 36′ raddoppia di testa sfruttando un nuovo cross di Valente. Nel primo tempo rosanero in palla senza mai subire realmente gli avversari.

La Reggiana la riapre ad inizio ripresa

Al secondo minuto Rozzio svetta di testa ma la conclusione è preda di Pigliacelli che blocca sicura. Gli ospiti, sotto di due reti, sono costretti ad accelerare il ritmo. Al 54’ doppio cambio tra gli emiliani: Leazza e Guglielmotti entrano al posto di Libutti e Cauz.

Un minuto dopo, al 55’, la Reggiana accorcia le distanze su rigore trasformato da Rosafio che spiazza Pigliacelli. Il penalty è nato da un’azione sulla destra di Pellegrini che si incunea in area ma viene steso da Doda, troppo ingenuo nell’occasione.

Broh al 60’ si fa strada da solo, arriva al limite ma viene steso da Laezza che viene ammonito. La punizione battuta da Valente si spegna alta sulla traversa.

I due tecnici continuano la girandola delle sostituzioni. Diana, ex rosanero, ora sulla panchina della Reggiana, mette D’Angelo (ex Avellino fischiatissimo) e Varela, per Muroni e Sorrentino per mettere pressione. Di Benedetto risponde sostituendo Fella con Soleri che subito viene ammonito per un brutto fallo su Rossi.

Brunori su rigore generoso cala il tris per il Palermo

Al 79’ Brunori trasforma un rigore generoso assegnato da Rutella un minuto prima a seguito di una azione piuttosto contestata dagli ospiti. Per l’arbitro, Luciani ferma irregolarmente lo stesso Brunori. Massima punizione e 3-1 con esultanza sotto la stessa curva della finale di ritorno dei play off col Padova 49 giorni la festa promozione.

D’Angelo accorcia per gli emiliani

Nel finale la partita si accende. All’87’ il palermitano Sonny D’Angelo trova di astuzia la rete del 3-2 anticipando in spaccata Pigliacelli al termine di un’azione di calcio d’angolo. Lo stesso D’Angelo viene subito dopo ammonito per un gesto provocatorio nei confronti del pubblico che per tutto il finale di parita lo ha preso di mira.

Partita nervosissima con arrembaggio ospite ma Pigliacelli non corre più rischi ed anzi, l’imprecisione degli attacchi rosanero è colossale in un paio d’occasioni. Si soffre, ma il Palermo passa il turno. Anche con merito e chiude una settimana travagliata per via delle dimissioni di Silvio Baldini e del direttore sportivo Renzo Castagnini che hanno costretto la società a cercare il tecnico. Ed a tal proposito nelle prossime ore il club dovrebbe scegliere il nome dell’allenatore facendo tornare Stefano Di Benedetto, bravo a prerarare questa delicata sfida, alla guida della Primavera.

Il tabellino

Palermo: Pigliacelli; Buttaro, Lancini (al 19′ Doda), Marconi, Crivello; De Rose, Broh, Valente (93′ Damiani); Fella (64’ Soleri), Floriano (46′ Silipo); Brunori. Allenatore: Stefano Di Benedetto.

A disposizione: Massolo, Pierozzi, Sala, Silipo, Nedelcearu, Stoppa, Peretti, Elia.

Reggiana: Turk, Rozzio, Rossi, Rosafio (72’ Sciaudone), Pellegrini, Sorrentino (63’Varela) Luciani, Libutti (54′ Guglielmotti), Cauz (54′ Laezza), Contessa, Muroni (63’D’Angelo). Allenatore: Aimo Diana.

A disposizione: Voltolini, Venturi, Orsi, Zamparo, Chiesa, Varela.

Arbitro: Rutella di Enna. Assistenti di linea: Del Giovane (Albano Laziale) e Yoshikawa (Roma 1). Quarto ufficiale: Santoro (Messina).

Reti: 3′,  36′ e 79′ (su rigore) Brunori;  55′ Rosafio (rigore) e 87′ D’Angelo.

Note. Spettatori 13.297 con un centinaio di tifosi della Reggiana nel settore ospiti. Al 18′ ammonito Rosafi (Reggiana) per fallo tattico a centrocampo su De Rose; al 30′ Sorrentino per fallo tattico su De Rose. D’Angelo.

Recuperi 4′ e 4′.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.