cefalu,-la-citta-ricorda-i-caduti-di-tutte-e-guerre.-con-grande-solennita

Cefalù, la Città ricorda i Caduti di tutte e Guerre. Con grande solennità

La città di Cefalù celebra, con grande solennità,  la Festa del 4 Novembre. Appena una settimana dopo la sosta del Treno della Milite Ignoto, le Autorità Covili e Militari renderanno Omaggio ai Caduti di tutte le Guerre. Alle 9.00 il Sindaco Daniele Tumminello deporrà una Corona d’Alloro alla Lapide che ricorda i Caduti di Sant’Ambrogio. Cerimonia che ripeterà a Cefalù in Municipio dove è collocata la Lapide che ricorda i Caduti della II Guerra Mondiale. Onori anche  a Spinuzza, Prestisimone   e Botta. In Piazza Diaz la celebrazione. Saranno presenti le Associazioni combattentistiche.

Non ci sarà cerimonia al Molo perchè attualmente set cinematografico.

Il 4 novembre l’Italia ricorda l’Armistizio di Villa Giusti – entrato in vigore il 4 novembre 1918 – che consentì agli italiani di rientrare nei territori di Trento e Trieste, e portare a compimento il processo di unificazione nazionale iniziato in epoca risorgimentale.

Il 4 novembre terminava la Prima Guerra Mondiale. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del “Milite Ignoto”, nel Sacello dell’Altare della Patria a Roma. Con il Regio decreto n.1354 del 23 ottobre 1922, il 4 Novembre fu dichiarato Festa nazionale.

In questa giornata si intende ricordare, in special modo, tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere: valori immutati nel tempo, per i militari di allora e quelli di oggi.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *