bitcoin:-cosa-sono-e-come-funzionano

Bitcoin: cosa sono e come funzionano

Con la pandemia e la quarantena, l’unica connessione con la socialità e il mondo del lavoro è stata la rete Internet. Oggi gli acquisti tramite e-commerce sono impennati in maniera esponenziale. Allo stesso modo, anche le banconote cartacee e tangibili si sono sviluppate in questa dimensione con un loro corrispettivo virtuale: i Bitcoin.

Cos’è il Bitcoin

Il Bitcoin è una criptovaluta, una moneta elettronica e viene creata utilizzando la potenza di calcolo dei computer.

Così come i dollari e gli euro, possono essere impiegati negli acquisti e nelle vendite di beni e servizi.

Le differenze con le monete tradizionali

I Bitcoin sono monete digitali e possiedono peculiarità esclusive che le differenziano dalle monete classiche. Queste sono:

  • L’assenza di una Banca Centrale
  • La mancanza di un ente che funga da intermediario tra le persone che effettuano gli scambi

Il tutto, infatti, è basato su una rete peer-to-peer aperta fondata su noid, cioè un database che coinvolge i computer degli utenti.

I Bitcoin sono legali?

Ammetto che per un istante, per quanto insignificante, questa domanda ha bussato alla porta della mia testa. Ma i Bitcoin sì, sono legali!

Sono riconosciuti dalla legge in tutto il mondo e sono dotati di tutti gli strumenti necessari per accrescerne la sicurezza e la garanzia. Questi strumenti sono:

  • Sistema di crittografia a chiave pubblica
  • Impossibilità per gli utenti di spendere le stesse monete più volte, grazie alla chiave pubblica
  • Il portamonete, la nostra cassaforte dove teniamo al sicuro i nostri bitcoin

Il valore di Bitcoin

Il valore della criptovaluta Bitcoin muta sempre, e per tenere sotto controllo il suo andamento puoi consultare il sito www.money.it.

Ciò che è importante sapere, però, è che attualmente il numero massimo di Bitcoin è di 21 milioni.

Inoltre, ogni quattro anni, il numero di monete create viene dimezzato per una regola di riduzione del livello generale dei prezzi.

Bitcoin wallet

Per tenere al sicuro le nostre monete elettroniche, è necessario raccoglierle in un portafoglio digitale, chiamato tecnicamente wallet. Soltanto tramite questo strumento potremo esercitare oppure ricevere i pagamenti.

Ci sono diversi tipologie di portafogli per Bitcoin, un esempio di questi è il Bitcoin Core.

Bitcoin Core

Il wallet Bitcoin Core è il più diffuso, disponibile per Windows, Mac e Linux. Può essere scaricato gratuitamente dal sito.

Ora ti mostreremo i passaggi per scaricarlo:

  1. Scaricare il wallet e installare il pacchetto
  2. Cliccare su Avanti
  3. Avviare il software
  4. Selezionare la cartella all’interno della quale salvare il portafogli

Per conoscere l’indirizzo del portamonete, invece, bisogna accedere al menu File e cliccare su Indirizzi di ricezione. Nel caso volessi, qui potrai persino personalizzare il tuo wallet.

Portafogli in sicurezza

Per garantire un ulteriore livello di sicurezza per il nostro wallet digitale, è consigliabile:

  • Cliccare su Impostazioni
  • Cliccare su Cifra portamonete

Per ridurre al minimo i problemi futuri si potrebbe usufruire del servizio Backup portamonete presente nel menu dell’applicazione Bitcoin Core.

Blockchain

La Blockchain è il database all’interno del quale vengono registrati tutti i movimenti dei Bitcoin.

Una volta aver scaricato il wallet, infatti, il programma si sincronizza in maniera completa con la rete della criptovaluta. In questo modo verrà scaricata la Blockchain.

La struttura è costituita da blocchi che contengono:

  • Un numero fisso di monete
  • Le chiavi pubbliche di coloro che compiono il movimento
  • Gli approfondimenti del blocco precedente

In origine per ogni blocco vi erano 50 monete digitali, ma ogni quattro anni il numero varia. Per questo motivo è consigliato consultare il sito BTCClock, sempre al passo con gli aggiornamenti.

Come generare Bitcoin

Per generare questa coin è necessario eseguire sulla CPU oppure sulla GPU del computer la cosiddetta mining. In gergo tecnico vengono attaccati con il brute force i dati protetti con crittografia dell’algoritmo SHA-256.

Gli utenti “normali” possono appoggiarsi a soluzioni alternative, poiché per generare Bitcoin è necessaria:

  • Un’elevata potenza di carico
  • Un dispendio energetico notevole

Le soluzioni suggerite, quindi, sono:

  • Mining si basa su computer chiamati Asi Bitcoin Miner, pensati per la creazione di Bitcoin e che consumano meno energia di quelli tradizionali. D’altro canto, però, questi pc hanno una bassa qualità di costruzione e le loro performance diminuiscono in pochissimo tempo
  • Mining Pool, un sistema che utilizza la tecnologia di calcolo distribuito e consente a più utenti dispersi nel mondo di unire le potenze di calcolo dei propri computer. In questo modo, il valore della parte soggetta a mining viene divisa tra gli utenti
  • ASIC (Application Specific Intregrated Circuit), sottoforma di chiavette USB. Con il prezzo di 50 euro si collegano al computer e si inseriscono nei circuiti già progettati, al fine di risolvere determinati calcoli specifici in modo rapido e soprattutto efficace, con un consumo energetico ridotto
  • Affiliazioni, soluzione tramite la quale ci si registra a siti Internet dedicati (un esempio è QoinPro) nei quali, quotidianamente, c’è la possibilità di incassare un piccolo quantitativo di Bitcoin, nonostante tendenzialmente questa cifra sia notevolmente bassa

Comprare Bitcoin

Se fossi interessato a comperare Bitcoin devi sapere che ci sono degli strumenti appositi per questa funzione. Un esempio è Bitstamp, che consente di:

  • Aprire un conto
  • Approvvigionarlo con coin elettroniche comprate da altri utenti del sito

Per fare ciò è necessario, una volta entrati nella pagina Internet:

  1. Cliccare sulla voce Create account
  2. Compilare il modulo con i dati
  3. Cliccare la voce Register
  4. A questo punto ti arriverà la mail di conferma della registrazione con i dati per effettuare l’accesso sul sito

Una volta iscritto e registrato, potrai cliccare su Buy oppure Sell.

Bitcoin: vendere e spendere

Una volta padrone di una somma più o meno ingente di questa criptovaluta potremo usufruire della loro utilità:

  • Negli store digitali che consentono questo sistema di pagamento
  • Nei negozi fisici che ammettono l’acquisto con Bitcoin

Per riconoscere quali punti vendita sono accessibili per la compravendita tramite Bitcoin ci sono i segnali distintivi, ovvero il prezzo indicato in BTC oppure il logo della criptovaluta contemplata.

Nel caso avessi bisogno di un’orizzonte di negozi più ampio, puoi trovare i negozi fisici che accettano i pagamenti in Bitcoin sul sito CoinMap.org.

Il mondo virtuale è un universo che può spaventare, lo ammetto, ma è sicuramente un giardino fertile per far germogliare le proprie ambizioni.

I pro e i contro

Tuttavia, ci sono degli aspetti positivi e negativi di cui tener conto, quando si parla di Bitcoin.

Pro dei Bitcoin

  • Bitcoin è sicuro per natura, il rischio che la rete approvi transazioni false o doppia spesa è veramente basso;
  • Come già specificato, le transazioni sono registrate su blockchain che si può consultare;
  • La moneta offre un rendimento importante grazie alla varietà del prezzo, ma al tempo stesso può rappresentare un rischio significativo.

Contro

  • La variabilità del prezzo di Bitcoin può essere considerato uno dei principali svantaggi, se si ha l’intenzione di utilizzarlo come bene rifugio;
  • Questa moneta digitale non è ancora pronta a sostituire i contanti nella nostra vita giornaliera;
  • Il mining, inoltre, è un processo con consumo energetico elevato che necessita di attrezzature costose. Questo rende i Bitcoin poco appetibili ad ambientalisti e a chi si preoccupa di cambiamento climatico.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.