bere-acqua-calda-tutte-le-sere-10-minuti-prima-di-dormire:-cosa-succede-a-chi-soffre-di-insonnia

Bere acqua calda tutte le sere 10 minuti prima di dormire: cosa succede a chi soffre di insonnia

Una ricerca scientifica ha evidenziato che bere acqua prima di dormire aiuta a dormire perchè influenza il ciclo sonno – veglia. Bere acqua prima di addormentarsi porta alcuni benefici al proprio corpo. Anzitutto fa recuperare i liquidi che si perdono durante la giornata. Inoltre aiuta a reidratarsi, reintegra i minerali e quei nutrienti che sono necessari al proprio benessere.

Quali sono i benefici dell’acqua?

Bere acqua nornalizza la temperatura del proprio corpo. In questo senso la buona acqua è importante per regolare la temperatura corporea. Questo in particolare dopo l’attività fisica quando si suda e quindi il corpo si raffredda. Un buon bicchiere di acqua in questi casi mantiene stabile la temperatura corporea intorno ai 36°. La temperatura corporea normale varia a seconda dell’età, del sesso e dell’attivista che si svolge.

A cosa fa male l’acqua?

Bisogna fare molta attenzione a non bere velocemente. In questo caso, infatti, i reni potrebbero non risucire più a svolgere il loro compito. In questo caso le sostante in eccesso non sarebbero più filtrate. Finirebbero così all’interno delle cellule del nostro corpo. Ecco che in questo caso la troppa acqua bevuta velocemente può portare all’iperidratazione.

Cosa contiene l’acqua?

Se consideriamo l’acqua che scorre dal rubinetto di casa è in genere una acqua classificata come oligominerale. E’ leggermente mineralizzate se il Residuo fisso è inferiore a 500 mg/litro. sarà invece medio-mineralizzata se questo residuo è compreso tra 500 mg/litro e 1500 mg/litro. Attenzione bisogna fare alla quantità di calcio che contiene. Nella buona acqua minerale il valore di calcio in genere è compreso fra 50 e 150 mg/L. Quando questo valore supera i 150 mg/L l’acqua viene definita “calcica”.

Quali cibi fanno dormire meglio?

La pasta aiuta a dormire perchè favorisce la sintesi di serotonina e melatonina. In altre parole fa assorbire meglio il triptofano e quindi aiuta a rilassarsi. In questo modo favorisce il sonno. Il rischio è mangiarne troppa. Ma per evitarlo ecco che consigliamo di mastaicarla molto. Masticare lentamente stimola i recettori che agiscono sul senso di sazietà. In questo modo si riduce il senso di fame.

Il cioccolato aiuta a dormire?

La National sleep foundation consiglia di evitare il cioccolato prima di andare a letto. Contiene la teobromina. Questa sostanza accelera il battito cardiaco. In questo caso anzichè combattere l’isonnia finisce col provocarla.  La teobromina la troviamo, anche se in picocle quantità, soprattutto nel cioccolato fondente. L’alternativa potrebbe essere il cioccolato bianco. Questo non contiene la teobromina e nellon stesso tempo ha pochissima caffeina.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *