attenzione-a-mangiare-mandarini-con-il-colesterolo:-ecco-cosa-accade

Attenzione a mangiare mandarini con il colesterolo: ecco cosa accade

Si sa che i mandarini sono buonissimi e ottimi per ridurre le influenze stagionali grazie all’apporto di vitamina C. Ma sono consigliati per chi soffre di colesterolo? vediamo cosa succede.

Mandarini: proprietà e benefici

I benefici del mandarino per il corpo sono tantissimi, soprattutto per il colesterolo, quello che accade è veramente impressionante; infatti mangiando almeno due mandarini al giorno, il colesterolo diminuisce e anche la pressione arteriosa.

Questo frutto è ricco di vitamina C ed è quindi in grado di rafforzare il sistema immunitario, soprattutto nel periodo invernale. Inoltre la vitamina c aiuta anche a tenere in moto il cervello e aiuta la memoria.

Questo frutto è ottimo anche per combattere la cellulite, perché la polpa di mandarino contribuisce a proteggere capillari e mucose, svolge un’azione purificante e tonificante. Da assumere anche quando ci si vuole abbronzare e si vuole aumentare la melatonina. Alimenti ricchi di Vitamina C come agrumi e carote contribuiscono ad avere una pelle dorata e perfetta in estate.

Inoltre la vitamina C migliora la vista, insieme all’acido folico presente all’interno degli agrumi.

I benefici per cuore e cervello

Questo agrume protegge sia dalle malattie cardiache sia dal rischio di ictus. Questo perché riesce ad abbassare la pressione arteriosa e anche il colesterolo.

Inoltre le proprietà antiossidanti e i flavonoidi presenti nel mandarino prevengono l’ossidazione delle lipoproteine LDL e, dunque, della formazione di placche arteriosclerotiche, diminuendo la quota di trigliceridi e del cosiddetto “colesterolo cattivo”.

Ulteriori benefici anche per chi soffre di ritenzione idrica: la vitamina P favorisce, infatti, la diuresi.

Mandarini: Tutte le altre proprietà

Ottimo per chi soffre di ansia o depressione, potrebbe essere di aiuto l’olio essenziale di mandarino per ridurre stress e patologie simili.  Inoltre se lo si aggiunge ad un bagno calmo tutte le sere, riesce a rilassare anche i muscoli.

Per chi soffre di stipsi, il consumo di mandarino è estremamente utile: contiene fibre che favoriscono la defecazione ed è anche un alimento facile da digerire!

Non mancano, poi, i benefici per la salute della pelle: esso contiene limonene e ciò lo rende un ottimo antiossidante, utile per contrastare i radicali liberi. Infatti viene usato nelle creme antietà per idratare e levigare la pelle.

L’olio di mandarino oltre ad essere un rilassante, è indicato anche dal punto di vista cosmetico. Riesce a prevenire la cellulite, ottimo per massaggi sulle gambe, che facilitano il riassorbimento dei liquidi e anche per curare le smagliature.

La vitamina C, inoltre, protegge mucose e capillari e da non dimenticare sono le proprietà purificanti, emollienti e stimolanti del mandarino.

Il mandarino è utile nel trattamento di patologie neurodegenerative, come l’alzheimer. Lo stress ossidativo e lo stato infiammatorio cronico hanno, infatti, un ruolo fondamentale nella sua comparsa, per cui l’abbondanza di flavonoidi nel mandarino può diminuire lo stress ossidativo, conferendo a questo frutto delle proprietà neuroprotettrici.

Sono ottimi anche in gravidanza; contengono  acido folico da essere considerati utili per le donne in gravidanza: questa sostanza è molto utile per le donne incinte. Ovviamente è super indicato per abbassare il colesterolo cattivo e favorire quello buono grazie alle sue vitamine!

L’articolo Attenzione a mangiare mandarini con il colesterolo: ecco cosa accade proviene da Cefalunews.net.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.